Verano, danneggiate oltre 70 tombe

Anche settore ebraico. Ama: da filmati elementi su possibili responsabili

Danneggiate nella notte settanta tombe sia del settore ebraico che di quello cattolico al cimitero del Verano. Croci divelte, colonnine spaccate, vasi di fiori rovesciati in terra, lastre in marmo e stelle di David distrutte: la maggior parte dei danni riguarda le tombe a terra. A dare l’allarme ai carabinieri, intervenuti sul posto, sono stati i custodi del cimitero che, questa mattina, hanno scoperto l’atto vandalico.

“Sono stati riscontrati danneggiamenti su tombe situate in vari punti del cimitero: via Tiburtina, riquadro 110, Pincetto, sezione ebraica – spiega Ama – Ama si è prontamente attivata con le Forze dell’Ordine fornendo le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza, attivo 24 ore su 24. Tali immagini saranno in grado di fornire elementi utili sulla natura dell’atto sino all’individuazione degli autori. Sono stati consegnati quindi elementi concreti sui possibili responsabili. L’azienda è in costante contatto con gli investigatori allo scopo di fornire la massima collaborazione per individuare la natura dell’atto vandalico. A tutela dell’immagine aziendale, Ama-Cimiteri Capitolini provvederà a presentare una denuncia, al momento contro ignoti, presso le autorità competenti”.

Secondo una prima ricostruzione un gruppo di persone sarebbero entrate da via Tiburtina al Verano nella notte e avrebbero colpito indistintamente le tombe incontrate lungo il percorso. “Ancora presto per dire se si tratti di un’azione mirata antisemita”, spiegano gli investigatori. Gli atti vandalici infatti hanno riguardato anche lapidi e cimeli del settore cattolico. “Dalle  informazioni in nostro possesso per ora non esiste alcun elemento per definire l’atto vandalico di questa notte. Siamo in attesa dello sviluppo delle indagini ” fanno sapere dalla Comunità Ebraica di Roma.

Intanto l’area distrutta è stata transennata ed è stato vietato l’accesso al pubblico. Sul posto anche i militari della scientifica a caccia di qualche indizio utile per poter risalire ai protagonisti della devastazione

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna