Voragine Denina – Fortifiocca, traffico in tilt all’Appio

A Roma domenica di lavoro per gli operai che devono riparare la maxi buca. Obiettivo finire per metà settimana ma il compito non è facile

È stato un week end non facile per l’Appio Latino, e oggi, con la riapertura delle scuole, potrebbe andare pure peggio. Il traffico è letteralmente impazzito sabato e lungo via Appia si sono create lunghe file di auto. Ma gli operai sono al lavoro per riparare la mega voragine che cinque giorni fa si è aperta all’incrocio tra via Denina e via Fortifiocca, a pochi metri dal parco della Caffarella e da villa Lazzaroni (sede del VII municipio, ex IX guidato da Monica Lozzi dei Cinque Stelle).

“Bisogna che tutte le aziende che forniscono servizi facciano la loro parte – dice un operaio poco dopo le 9 di domenica – Speriamo di finire entro qualche giorno”. Infatti l’obiettivo, da quanto sappiamo, è chiudere tutto per mercoledì-giovedì, ma il lavoro è stato più difficile del previsto.

Infatti, non solo è stato necessario riempire la cavità che si era creata con il cemento, ma i Vigili del Fuoco hanno più volte ispezionato la voragine nel timore che la stabilità dei palazzi vicini fosse compromesso. La buca, chiamiamola così, dapprima aveva un diametro di sei metri, ma poi si è allargata in modo preoccupante.

Nelle vicinanze della voragine su via Fortifiocca staziona un’autobotte. Nei giorni scorsi Acea ha informato che “i tecnici sono intervenuti sul luogo tempestivamente” e ha sottolineato: “l’area dello scavo a causa del terreno accidentato” ha spiegato lavori avviati hanno richiesto operazioni lunghe e complesse che hanno interessato, al contempo, i tecnici delle altre società che gestiscono le reti dei più importanti sottoservizi della città”.

Il personale “ha individuato subito il guasto ed ha avviato le contestuali riparazioni”. “Tuttavia i lavori si sono prolungati per la necessità di mettere in sicurezza l’area dello scavo a causa del terreno accidentato” ha continuato Acea spiegando che è stata momentaneamente “resa necessaria la chiusura del flusso idrico nelle vie circostanti.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna