Wikileaks, arrestato a Londra Julian Assange

Secondo l'organizzazione da lui fondata, "l'Ecuador ha revocato illegalmente l'asilo politico, facendo entrare la polizia britannica nella sede diplomatica"

photo credit Cancillería del Ecuador per termini licenza CC -> https://bit.ly/2MLFa5D

Julian Assange, fondatore di Wikileaks, è stato arrestato all’ambasciata dell’Ecuador a Londra dopo che Quito ha revocato la concessione dell’asilo al giornalista australiano. Assange è in custodia alla stazione centrale di Scotland Yard e sarà portato al più presto davanti ai magistrati, riferisce la polizia londinese.

“Posso confermare che Julian Assange, 7 anni dopo essere entrato nell’ambasciata ecuadoriana, è ora sotto custodia della polizia per affrontare debitamente la giustizia del Regno Unito”: così il ministro dell’Interno britannico, Sajid Javid. “Voglio ringraziare l’ambasciata dell’Ecuador per la sua cooperazione e la polizia per la sua professionalità: nessuno è al di sopra della legge”, ha concluso Javid.

Julian Assange non è uscito dall’ambasciata dell’Ecuador a Londra, è stato l’ambasciatore a far entrare la polizia britannica all’interno della sede diplomatica, dove il fondatore di Wikileaks è stato arrestato: lo denuncia in un tweet la stessa organizzazione.

“L’Ecuador ha revocato illegalmente l’asilo politico concesso in precedenza a Julian Assange – accusa ancora l’organizzazione – in violazione del diritto internazionale”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna