ZTL e Tariffe: novità costose e ricorsi al TAR

Tridente: i problemi non finiscono mai

 

BREVE (E DOLOROSA) STORIA DELLE TARIFFE MAGGIORATE ZTL. Esse sono state introdotte dalle delibere di Giunta Capitolina n. 119 del 30.04.2014 e n. 136 del 07.05.2014. Essenzialmente queste hanno previsto degli aumenti “monstre” di tutti i costi dei permessi ZTL. Per fare un esempio, il permesso per il primo veicolo dei residenti, che prima degli aumenti costava 85 euro x 5 anni è passato a 1232!!!! Tali delibere sono state oggetto di un ricorso al TAR che ne ha riconosciuto la fondatezza annullandole; la motivazione addotta dal TAR è stata la mancanza di una documentazione che dimostri il nesso tra l’aumento delle tariffe dei permessi e la riduzione dell’inquinamento (che era stato la motivazione degli aumenti). Qualche giorno dopo la sentenza del TAR però l’amministrazione comunale ha riproposto la stessa delibera (delibera di Giunta Capitolina n. 65 del 06.03.2015 ) limitandosi ad allegare una documentazione che collegasse gli aumenti delle tariffe alla riduzione dell’inquinamento in Centro. Tra gli aspetti più problematici dell’attuale disciplina vi sono il costo esagerato per il primo veicolo dei residenti e l’esclusione delle microcar, che possono accedere liberamente. Inoltre gli elevatissimi costi dei permessi stanno incentivando comportamenti “furbeschi”, in primis il sistematico abuso dei permessi per disabili. Un bell’esempio è via Margutta (più volte segnalato). Maggiore è la cilindrata dell’auto maggiore è la probabilità che abbia tale permesso..! 

NOVITA’:  è in corso un’iniziativa per presentare un ricorso contro gli aumenti delle tariffe ZTL. I termini per la presentazione al TAR sono scaduti per cui occorrerà utilizzare il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica.I tempi sono molto stretti, dovendo presentare la documentazione entro i primi di luglio. La spesa dipenderà dal numero di ricorrenti. Al momento si è ipotizzato che dovrebbe aggirarsi tra i 50 e i 100  euro/cad , che però potrebbero scendere se si potessero coinvolgere moltissime persone.

Nel caso foste interessati  comunicatelo agli indirizzi indicati di seguito e sarete informati dei successivi passi. Si chiede anche di diffondere questa nota a conoscenti/amici del centro storico per farla conoscere il più possibile. 

 

residenticampomarzio@gmail.com   –  @residentiCM (twitter)

 

Per una corretta informazione Radiocolonna comunica che c’è un altro ricorso (forse privato) ma di cui non abbiamo avuto notizie.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna