I gatti di Torre Argentina, la colonia felina che ci invidia tutto il mondo

Da metà degli anni ‘90 ha cominciato a prendere forma questa ‘comunità d’accoglienza’ per mici, laddove fu ucciso Giulio Cesare. Un posto singolare nel centro di Roma

I gatti della colonia felina di Torre Argentina
I gatti della colonia felina di Torre Argentina

Roma è la città di gatti. Si calcola che siano non meno di 300 mila, e di questi 120 mila sono nelle strade. E la colonia felina più consistente della città la conoscono un po’ tutti: è a largo di Torre Argentina, laddove la storia ci dice che fu ucciso Giulio Cesare. Che passione i mici, tanto da meritare una mostra.

Il sito della colonia felina di Torre Argentina afferma che “la riduzione del randagismo felino è il principale scopo dell’attività” di questo sito “che vuole essere conosciuta soprattutto come un Centro di Promozione della Sterilizzazione e non come un centro di accoglienza per gatti randagi in difficoltà. Ma la popolarità della colonia anche fra i Romani fa sì che le richieste di accoglienza siano sempre superiori alle reali possibilità  dell’ organizzazione stessa”.  Dunque oramai l’accesso a nuovi esemplari è limitato solo a coloro che non hanno altra soluzione o hanno qualche handicap.

La colonia felina di questa parte del centro di Roma si è sviluppata da metà degli anni ‘90 in poi, e le volontarie che si occupano dei felini hanno dovuto lottare con i denti per ottenere questo spazio.  Un’iniziativa che prese il via anche grazie ai consigli di una turista inglese, particolarmente impegnata nella tutela degli animali. Da lì partirono una serie di raccolte fondi, che durano tutt’ora.

I gatti ora possono  contare anche su un locale di e vengono curati e dove viene stoccato il cibo, portato dalle stesse volontarie. “Abbiamo ottenuto l’acqua e la corrente elettrica, ed in seguito persino il telefono, un lusso inaudito – scrivono le fondatrici – Un altro lusso ci è ancora negato: avere un bagno, a causa della mancanza di un allaccio in fogna. Ma noi siamo puri spiriti senza bisogni fisiologici ed andiamo avanti”.

Dalla ASLrm1 anche alcuni consigli per le gattare: distribuire i pasti ad ore fisse, posizionare le stazioni di rifornimento al riparo dal sole, assicurarsi che ci sia acqua e coperte pulite per l’inverno. Fondamentale poi la sterilizzazione anche per evitare la crescita incontrollata della colonia.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna