Prende il via a Roma il Forum sugli acquisti green: si discute sugli effetti che la crisi economica avrà sulla transizione ecologica

Appuntamento oggi e domani nell'hub culturale WeGil, nel cuore di Trastevere, con l'iniziativa promossa dalla fondazione Ecosistemi

 

Ha preso il via stamattina a Roma la sedicesima edizione del Forum compra verde – buygreen, l’evento che fa il punto della situazione in materia di Green public procurement pubblico e privato, in Italia e in Europa. L’iniziativa – ospitata nell’hub culturale WeGil, che si trova nel cuore di Trastevere, è promossa dalla fondazione Ecosistemi, con il patrocinio e la partecipazione del ministero della Transizione ecologica e della Regione Lazio, in partnership con Legambiente, Agende 21 Locali Italiane, Unioncamere, Confindustria, Ali, Fairtrade, Confcooperative e Camera di commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma.

La due giorni sarà focalizzata su transizione ecologica e green deal in rapporto con la guerra e la crisi energetica. Un programma ricco, con convegni e workshop dedicati all’aggiornamento 2022 in materia di acquisti sostenibili in Italia e in Europa come strumento pilastro di conversione ecologica dell’economia e di capacità di accesso ai fondi Pnrr.

“Transizione ecologica: la guerra e la crisi energetica stanno bloccando il Green deal?”: questo il tema della conferenza di apertura, alla presenza di Sabrina Alfonsi (assessora Agricoltura, Ambiente e Ciclo dei rifiuti di Roma Capitale), Marco Ravazzolo (Confindustria) e Stefano Ciafani (Presidente di Legambiente).

“La guerra in corso fra Russia ed Ucraina e la crisi energetica delle materie prime- afferma Silvano Falocco direttore Fondazione Ecosistemi -hanno confermato l’urgenza di un’azione congiunta europea su clima ed energia, dunque l’attuazione del Green Deal. L’importante aumento del gas e del petrolio nel lungo periodo comporterebbe effetti contrastanti per la transizione energetica che potrebbe subire una battuta d’arresto o porsi come unica via di uscita per non dover sopportare costi ancor più elevati”, conclude Falocco.

“Dagli eventi culturali sostenibili alle Comunità energetiche rinnovabili (Cer): le iniziative che ci vedono coinvolti come Regione Lazio al Forum Compraverde testimoniano ancora una volta come la riduzione dell’impronta ecologica necessiti di un approccio integrato e trasversale. Un focus particolare è dedicato alla nostra campagna sulle Cer Meno inquini, più risparmi, quale strumento per ridurre i costi in bolletta e le emissioni inquinanti e a cui abbiamo dedicato un bando di fondi regionali, in uscita nelle prossime settimane, per poter finanziare gli studi di fattibilità, che sono l’investimento iniziale per far nascere una Cer”, ha dichiarato Roberta Lombardi, assessora alla Transizione ecologica e Trasformazione digitale della Regione Lazio.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna