Rogo Centocelle: Arpa Lazio, valori diossine rientrati nei limiti Oms

Presidente Municipio VII, Laddaga: "i rilevatori sono immediatamente a ridosso dell'area interessata dalle fiamme, quindi nella zona di maggior concentrazione"

Le fiamme nell'autodemolitore a Centocelle

In seguito all’incendio a Centocelle del 9 luglio scorso, Arpa Lazio ha avviato il monitoraggio della qualita’ dell’aria.

Per quanto riguarda le diossine, gli esiti delle misure sono: i valori del primo campione di via G. Saredo e del primo campione dell’aeroporto (che si riferiscono al periodo durante il quale l’incendio era attivo e alle fasi di spegnimento) sono ampiamente superiori al valore di riferimento individuato dall’Oms per l’ambiente urbano.

Il valore del secondo campione di via G. Saredo relativo al 10 luglio, quando l’incendio era stato spento, e’ significativamente inferiore al primo valore e di poco superiore al valore di riferimento.

I valori del terzo campione di via G. Saredo e del secondo campione dell’aeroporto sono inferiori al valore di riferimento.

“Si tenga presente che i rilevatori sono immediatamente a ridosso dell’area interessata dalle fiamme, quindi nella zona di maggior concentrazione”, sottolinea il presidente del Municipio Roma VII, Francesco Laddaga.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna