Roma, Giardino Giustizia: prevista la sostituzione degli alberi “seccati”

L'assessora al Verde di Roma rassicura: "Voglio rassicurare tutti dicendo che l’Amministrazione ha tutti gli strumenti per porre rimedio a quanto accaduto"

Il Giardino della Giustizia

“Vedere che alcuni degli alberi piantumati nel Giardino della Giustizia si sono seccati è un gran dispiacere. Voglio rassicurare tutti dicendo che l’Amministrazione ha tutti gli strumenti per porre rimedio a quanto accaduto”. Lo scrive, in un post su Facebook, l’assessora alle Politiche del verde, Laura Fiorini. “Chiarisco sin da subito – aggiunge – che sono le ditte appaltatrici, come previsto da bando, a doversi occupare dell’innaffiamento e della cura degli alberi nei primi due anni dalla messa a dimora. Sarà così anche in questo caso. Faremo in modo, quindi, che nella prima stagione agronomica utile, si proceda immediatamente alla loro sostituzione.

Gli uffici competenti hanno già programmato le necessarie verifiche sugli esiti delle messe a dimora avvenute in esecuzione dei vari appalti nella stagione 2020/2021, al fine di richiedere alle ditte esecutrici tutte le sostituzioni che si riveleranno necessarie, comprese quelle del Giardino della Giustizia. Questo è il modo in cui il Dipartimento ambiente procede di regola. Siamo pronti a intervenire per tutelare quest’area così importante per la nostra città”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna