Roma, M5S: stralciati 4,5 mln per Casale Cavalli a Villa Ada, è grave

La denuncia di Daniele Diaco, consigliere capitolino M5s e vicepresidente della commissione Ambiente, ed Elisabetta Gagliassi, consigliera M5s del II Municipio. La replica dell'assessore Alfonsi: M5s in difficoltà sulla lettura del bilancio

L’ex responsabile della commissione Ambiente, il pentastellato Daniele Diaco, accusa il Campidoglio di avere depennato le risorse stanziate dalla giunta Raggi per riqualificare il Casale delle Cavalle Madri.

“L’amministrazione Gualtieri continua implacabile nel suo lavoro di stralcio delle opere messe a bilancio dalla giunta Raggi. Questa volta a essere stata cassata e’ un’opera di rilevanza fondamentale e grande importanza storica inserita nel Parco di Villa Ada, polmone verde di Roma nord: sono stati stralciati nello specifico 4 milioni e 400mila euro per il restauro e la riqualificazione del Casale delle cavalle madri e di altri fabbricati. Perche’, caro sindaco e cara assessora Alfonsi, questi fondi gia’ stanziati sono finiti nel dimenticatoio? Attendiamo risposta con la consueta vostra solerzia”, scrive Daniele Diaco, consigliere capitolino M5s e vicepresidente della commissione Ambiente, ed Elisabetta Gagliassi, consigliera M5s del II Municipio.

“Leggo che alcuni consiglieri M5s hanno dichiarato in Assemblea capitolina che questa amministrazione ha definanziato opere per milioni di euro nell’ambito del verde. Prima che affermino che e’ stata definanziata questa o quell’opera, vorrei far notare che non devono fare confusione tra il Dup, documento unico di programmazione e senza impatto finanziario che elenca gli obiettivi che l’amministrazione si pone, e il piano degli investimenti, parte integrante del bilancio di previsione – afferma Sabrina Alfonsi, assessora all’Agricoltura, ambiente e ciclo dei rifiuti -. Le opere che i consiglieri hanno denunciato essere state stralciate, ad esempio il casale delle Cavalle Madri di Villa Ada, il parco di Via Ponderano, il Casale e parco della Cervelletta, la riqualificazione di Villa Lazzaroni, la manutenzione delle aziende agricole, erano contenute nel DUP, non nel bilancio, e sono state stralciate perche’ prive dei livelli minimi di progettazione. Sono stati invece da noi inseriti nel piano investimenti i fondi necessari per progettarle e poi realizzarle. Soldi veri, non libri dei sogni”, conclude.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna