Riqualificazione Roma: rinasce ex Mattatoio a Testaccio insieme ad Accademia Belle arti

Assessore Gotor: si aprono nuovi spazi di qualità destinati all'istruzione e alla formazione dei giovani

Prosegue il piano di recupero e di rilancio dell’ex Mattatoio a Testaccio, uno dei più importanti edifici di archeologia industriale della città.  Ieri sera l’assemblea capitolina ha dato il suo via libera alla delibera dell’assessore al Patrimonio e alle Politiche Abitative, Tobia Zevi, “che prevede di concedere all’accademia delle Belle arti di Roma alcuni padiglioni dell’ex Mattatoio di Testaccio perché vengano destinati ad attività di alta formazione artistica e musicale – ha detto  l’assessore alla Cultura Miguel Gotor – si tratta di un’ottima notizia, per la quale voglio ringraziare i consiglieri capitolini e l’assessore Zevi, perché con questo provvedimento vengono raggiunti due obiettivi: da una parte, si aprono nuovi spazi di qualità destinati all’istruzione e alla formazione dei giovani e, dall’altra, si valorizza e riqualifica un pezzo importante del patrimonio immobiliare comunale come l’ex Mattatoio. Una struttura che – ha aggiunto – come amministrazione, stiamo lavorando a trasformare, da luogo costantemente minacciato dal degrado e dall’abbandono che era, in una ‘Città delle Arti’: un’area riqualificata che sia un polo della Cultura e del sapere aperto alla città. Una vera opera di rigenerazione urbana, che prevede peraltro anche interventi di riqualificazione e restauro di spazi pubblici e di alcuni padiglioni finanziati con oltre 18 milioni di euro nel quadro del progetto Caput Mundi”.

La capogruppo del Pd in Campidoglio, Valeria Baglio, e il presidente della commissione Patrimonio, Yuri Trombetti del Pd: “Un progetto ambizioso di riqualificazione urbana e di crescita culturale, che ci consente di dare nuova vita ad un territorio prezioso ma oltraggiato da anni di abbandono e degrado – spiegano -. Con l’approvazione di questa delibera abbiamo invece messo la parola fine ad una situazione che si trascinava da troppo tempo, con governi diversi, per portare finalmente a compimento il progetto che trasformerà presto il complesso dell’ex Mattatoio di Testaccio nella tanto attesa Città delle arti. Dopo la rimozione delle baracche che occupavano alcuni spazi all’interno del complesso, siamo ora pronti per procedere all’assegnazione di alcuni importanti locali, quelli degli ex fienili, all’ingresso di largo Dino Frisullo ed delle stalle, che saranno consegnati a breve”.

“Un’operazione di rigenerazione – aggiungono Baglio e Trombetti – che ci consente di restituire al territorio e alla città questo patrimonio di Roma come spazio di scambio, cultura e crescita fondamentale, grazie anche all’Accademia delle Belle Arti che darà il proprio contributo alla riqualificazione del complesso. Un lavoro di cooperazione interistituzionale importante, che ha visto collaborare l’Accademia, il municipio I, Roma Capitale, i ministeri dei Beni culturali e dell’Istruzione. Ringraziamo anche il Sindaco Gualtieri e l’assessore Zevi per questa sfida di rilancio che farà dell’ex Mattatoio un grande polo della creatività, punto di riferimento per tanti studenti italiani e stranieri”, concludono.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna