Roma seconda città a livello nazionale per imprese Green

Il Lazio è la settima regione, ma recupera quando si tratta di assunzioni nel 2019. Presentato il rapporto Greenitaly Symbola-Unioncamere

Greenitaly, rapporto Symbola-Unioncamere
Greenitaly, rapporto Symbola-Unioncamere

Il Lazio è la settima impresa a livello nazionale per imprese che hanno fatto eco investimenti tra il 2016 e il 2019. Sono quasi 30 mila, il 10% del totale, ma comunque ben lontano dalla Lombardia che ha visto quasi 90 mila aziende. Per province però Roma (oltre 20 mila) è la seconda a livello nazionale, dopo Milano e tallonata da Torino. Dunque a Roma si concentra un terzo delle imprese eco sostenibili. Lo afferma l’ultimo rapporto Greenitaly Symbola-Unioncamere.

Secondo la numerosità assoluta di contratti relativi a green jobs la cui attivazione è prevista dalle imprese nel 2020, il Lazio è la terza regione a livello nazionale, con più di 111 mila assunzioni, e un’incidenza del 9,6% sul totale nazionale. E se andiamo a vedere le province, Roma è la seconda con più di 86 mila assunzioni.

 L’Italia comunque è leader nell’economia circolare con un riciclo sulla totalità dei rifiuti, urbani e speciali, del 79,4% (2018): un risultato ben superiore alla media europea (49%) e a quella degli altri grandi Paesi come Germania (69%), Francia (66%) e Regno Unito (57%) con un risparmio annuale pari a 23 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio e a 63 milioni di tonnellate equivalenti di CO2 nelle emissioni (2018) grazie alla sostituzione di materia seconda nell’economia.

 Confermiamo la leadership nella riduzione di materie prime per unità di prodotto (- 44,1% di materia per unità di prodotto tra 2008 e 2019). Tuttavia, per alcuni settori – acciaio e alluminio – i rifiuti prodotti non sono sufficienti a sostenere la produzione, pertanto il nostro Paese deve ancora far affidamento sull’importazione di materia seconda dall’estero. A sottolineare il potenziale dell’Italia nella valorizzazione di materia a fine vita, anche il quarto posto al mondo come produttore di biogas – da frazione organica, fanghi di depurazione e settore agricolo – dopo Germania, Cina e Stati Uniti. 

Inoltre, il 2020 ha mostrato nuovi record di potenza elettrica rinnovabile installata nel mondo, pari all’83% della crescita dell’intero settore elettrico nell’anno. In Italia, nel 2020, il 37% dei consumi elettrici è stato soddisfatto da fonti rinnovabili, con una produzione di circa 116 TWh

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna