Scarse piogge in inverno, è allarme siccità nel Lazio

Anbi: Si teme un'estate con poca acqua e non sono esclusi problemi, ecco la nostra proposta

Anbi Lazio rilancia l’allarme siccita’ dopo un inverno con scarse piogge e con il livello die fiumi che giustifica i timori.

Si teme un’estate con poca acqua e non sono esclusi problemi. Il quadro non lascia presagire nulla di buono e il presidente di Anbi Lazio, Sonia Ricci, parla di una situazione drammatica.

“L’acqua – dice – e’ insufficiente a causa delle rare precipitazioni nei mesi scorsi. L’atipico inverno privo di piogge come non mai, insieme al caro prezzi, soprattutto dell’energia elettrica, che utilizziamo per i nostri impianti, e al calo del potere di acquisto, rappresenta un tris nero per il nostro settore”.

Anbi Lazio lavora per il Piano Laghetti ad una propria proposta.

“Dobbiamo contribuire, come sistema Lazio – aggiunge Ricci – ad evitare che dell’acqua piovana che cade sul territorio venga trattenuta solo per l’11 per cento, come accade ora. L’irrigazione ormai, in funzione anche del cambiamento climatico, viene richiesta in pratica per tutto l’anno”. Per Ricci “come prima risposta alla esigenza di risparmio della risorsa idrica e al suo oculato utilizzo, i Consorzi laziali hanno presentato progetti di ammodernamento delle reti irrigue da finanziare con i fondi Pnrr, che hanno l’obiettivo di coniugare il risparmio della risorsa idrica – contenendo le perdite derivanti dalla vetusta’ degli impianti realizzati anche oltre 40 anni fa. I progetti – conclude – riguardano buona parte del territorio attualmente servito, in quanto le specificita’ dei bandi non hanno consentito, purtroppo, la realizzazione di nuove opere o modifiche strutturali a quelle esistenti”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna