Verde, nuovo parco a Ponte Galeria e riqualificazione dei giardini del Colosseo

Sgomberato il Parco della Caffarella

Nuovo parco per il quartiere Spallette a Ponte Galeria, totalmente riqualificati i giardini del Colosseo, sgomberata un’altra parte del Parco della Caffarella, che potrà così essere finalmente bonificata e restituita ai cittadini.

Sarà intitolato a Sara di Pietrantonio, la giovane uccisa dall’ex fidanzato nel 2016, il nuovo parco del quartiere Spallette a Ponte Galeria.

I lavori sono iniziati con consegna parziale il 26 luglio scorso e hanno subito un breve stop per un sopraggiunto intervento di bonifica per rifiuti emersi con l’avvio del cantiere. È ripartita ora la riqualificazione dell’area verde del municipio XI, un parco di circa 20mila metri quadrati, che Roma Capitale ha preso in consegna da poco e che viene ora strappato al degrado. Il progetto, che prevede un investimento di 760mila euro (545mila il costo dei lavori, più 100mila per illuminazione e installazioni artistiche oltre alle spese fisse) è stato elaborato sulla base della proposta dei cittadini nell’ambito del bilancio partecipativo di Roma Capitale e sviluppato sulla tematica del femminicidio.

Totalmente riqualificati i giardini del Colosseo, una superficie di circa 6500 metri quadrati per un investimento di 900 mila euro. Fiore all’occhiello dei lavori la creazione di un Belvedere naturale, con l’apertura al pubblico dell’aiuola su Viale Celio Vibenna, al quale si accede con un percorso adatto anche alle persone con disabilità. Nelle principali aiuole dell’area è stato realizzato un impianto di illuminazione notturna a suolo.

Il progetto è stato redatto dal Dipartimento Tutela Ambientale – Ufficio Progettazione e Riqualificazione Aree Verdi di Pregio che ha curato anche la direzione lavori. Gli interventi, realizzati in collaborazione con la Sovrintendenza Capitolina e con la supervisione del Parco archeologico del Colosseo, completano il programma di rigenerazione delle aree verdi che si trovano su Piazza del Colosseo, come il Giardino in Via del Monte Oppio e alcune parti di Parco del Colle Oppio, già riqualificate.

Il Dipartimento Tutela Ambientale ha potuto dare esecuzione alla determina di sgombero in danno dell’area corrispondente ai civici 43/45 della Via Appia Antica, si tratta di un risultato importante per l’Amministrazione che finalmente potrà procedere alla bonifica di una delle più importante aree del Parco della Caffarella, splendido polmone verde nella zona Sud della Capitale. Già nel 2019 e nel 2020 il Dipartimento è intervenuto per rientrare in possesso di altre zone del parco: 12mila 500 metri quadrati di verde che erano occupati abusivamente e che i romani non potevano utilizzare.

“Si è trattato di un percorso impegnativo di acquisizione di aree espropriate nel lontano 2005 – si legge in una nota del campidoglio – ma grazie allo stanziamento di 300mila euro è possibile ora ripulire e rendere fruibile la preziosa area, dove da anni gli archeologi chiedono di poter effettuare scavi e analisi.

È stato firmato anche il contratto con la ditta appaltatrice per la riqualificazione generale del Parco: tanti interventi (divisi in ambiti) di varia entità per un valore complessivo di 1,6 milioni di euro (circa 1,3 milioni il costo dei lavori più le spese tecniche) e che verranno realizzati a breve grazie all’apertura di un unico cantiere. L’operazione prevede nuove aree gioco, rifacimento dei percorsi, messa a dimora di alberi e piante, ripristino di cancelli e recinzioni.

Questi sono solo alcuni degli oltre 40 interventi di riqualificazione di ville storiche, parchi e aree verdi affidati o in corso in tutta la città; ulteriori 15 interventi sono in fase di progettazione o affidamento”.

 

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna