Berrettini, “gladiatore” nell’arena, accede alla semifinale degli Australian Open

Dopo circa 4 ore di dura battaglia, il tennista romano batte il francese Menfils, nonostante i continui insulti e fischi del pubblico.

Melbourne, Matteo Berrettini a 25 anni è il primo italiano ad accedere alla semifinale degli Australian Open, un torneo che esiste da 117 anni, sconfiggendo il francese Gael Monfils al quinto set dei quarti di finale.

Gli spalti della Rod Laver Arena erano gremiti, ma si sono levati per il nostro tennista romano insulti e fischi frequenti durante tutto il match. Ma solo al termine del quinto set, dopo il colpo finale e decisivo, l’azzurro ha risposto con il grido liberatorio: “Non sento, non sentooo” e con la gestualità indicava “io rimango, resto qua”

Con fermezza e determinazione, Berrettini ha perseguito durante gli estenuanti set (4-6, 4-6, 6-3, 6-3, 2-6) l’obiettivo della vittoria senza farsi scalfire dai fischi, cosa che non dovrebbe succedere in ambito sportivo, e si è difeso con l’arma migliore, la vittoria.

Durante l’intervista post-partita al perseverare dei fischi, l’atleta ha risposto: “Ci sono tantissime persone, ma alcune di queste mi sembra che non siano fan del tennis. Bisogna sempre essere rispettosi ma, va bene. Ho vinto e sono contento”.

Il tennista italiano scenderà in campo per la semifinale il prossimo venerdì 28 contro il 5° del mondo, Rafa Nadal.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna