Vaccini Lazio, terza dose anti-Covid over 40: come si prenota e dove sono gli hub

La rete degli hub vaccinali - in previsione del primo dicembre, quando inizierà la somministrazione della terza dose agli over 40 - prevede, tra gli altri, l'Auditorium Parco della Musica (Asl Roma 1), Eur Palazzo via dell'Urbanistica, Carol Woityla hospital e nuova ITOR (Asl Roma 2), Merry House e Policlinico di Liegro (Asl Roma 3), INI Medicus a Tivoli e INI Villa Dante a Guidonia (Asl Roma 5), Villa dei Pini a Anzio, Madonna delle Grazie a Velletri e Sant'Anna a Pomezia (Asl Roma 6), Nuova Santa Teresa a Viterbo, San Marco a Latina e Villa degli Ulivi a Frosinone

Da stamattina il sistema di prenotazione per il vaccino Covid del Lazio è in linea con la nuova disciplina della circolare ministeriale: le nuove prenotazioni sono già allineate alla tempistica dei 150 giorni. “Chi ha già una prenotazione può, se lo desidera, utilizzare la modalità di cambio online”. Lo comunica l’Unità di Crisi Covid della Regione Lazio sul portale Salute Lazio.

Nei giorni scorsi il ministro della Salute Roberto Speranza, anticipando il via libera dell’Aia, aveva annunciato su Twitter che è possibile fare la terza dose che “a cinque mesi dal completamento del primo ciclo”.

La dose per il terzo richiamo (dose booster) del vaccino anti Covid-19 può essere prenotata dai nati nel 1981 e negli anni precedenti. È possibile prenotare la data utile per il richiamo sul sito SaluteLaizo.it (clicca qui) – che verrà programmato dopo almeno 150 giorni dalla seconda somministrazione (o unica somministrazione nel caso del vaccino monodose Janssen) ricevuta entro il 31 luglio 2021

L’utente deve inserire solo i dati della tessera sanitaria e scegliere dal sito la prima data utile che sarà calcolata in automatico a partire dal 181esimo giorno dalla precedente somministrazione. Si può stampare il promemoria e il consenso informato da presentare all’atto della vaccinazione.

Dopo la prenotazione si riceverà un sms con il memo della prenotazione avvenuta. La rete degli hub vaccinali – in previsione del primo dicembre quando inizierà la somministrazione della terza dose agli over 40 – prevede, tra gli altri, l’Auditorium Parco della Musica (Asl Roma 1), Eur Palazzo via dell’Urbanistica, Carol Woityla hospital e nuova ITOR (Asl Roma 2), Merry House e Policlinico di Liegro (Asl Roma 3), INI Medicus a Tivoli e INI Villa Dante a Guidonia (Asl Roma 5), Villa dei Pini a Anzio, Madonna delle Grazie a Velletri e Sant’Anna a Pomezia (Asl Roma 6), Nuova Santa Teresa a Viterbo, San Marco a Latina e Villa degli Ulivi a Frosinone.

Indipendentemente dal vaccino utilizzato nelle prime due dosi, come dose “booster” sarà utilizzato un vaccino a mRna autorizzato in Italia, Comirnaty (Pfizer/BioNTech) oppure Spikevax (Moderna).

 

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna