Cnr: lavoratori in piazza a Roma contro scelta Cda su fondi

Domani a piazzale Aldo Moro. "Le risorse per le progressioni non vanno usate per i debiti"

I ricercatori del Cnr domani scenderanno in piazza. La protesta sara’ in via Aldo Moro, a  Roma, dove ha sede l’istituto di ricerca, per manifestare contro la scelta del Consiglio di amministrazione di collocare, come spiega il gruppo di ricercatori e tecnologi che hanno partecipato a un concorso nel 2020, “i 4 milioni di euro destinati alla valorizzazione del personale di ricerca per alimentare un fondo di tutela dei contenziosi”.

“Le risorse destinate alle progressioni di carriera non si toccano e non possono essere utilizzate per pagare i debiti del Cnr”, aggiungono, paventando uno sciopero sui progetti di ricerca.

“Le centinaia di ricercatori che domani manifesteranno a piazzale Aldo Moro chiederanno alla neopresidente, Maria Chiara Carrozza, coerenza rispetto a quanto da lei stessa dichiarato di voler riportare il Cnr ad essere un ente di ricerca normale annunciando che ‘gli stipendi dei ricercatori sono troppo bassi rispetto a quelli degli altri Paesi. Il merito deve essere valutato e i piu’ bravi devono essere premiati. La politica puo’ fare la sua parte, dando maggiori investimenti anche in capitale umano'”, spiegano i lavoratori. La lettera scritta alla presidente Carrozza, precisano gli organizzatori, e’ stata gia’ sottoscritta da piu’ di 800 ricercatori.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna