Covid: aumento terapie intensive, Lazio oltre la soglia critica

Insieme ad altre 10 regioni

Lazio, Lombardia e Piemonte incrementano dell’1% la soglia di occupazione dei reparti passando rispettivamente al 16%, al 15% e al 18%. Le tre regione avevano gia’ superato le soglie di allerta per l’occupazione delle terapie intensive che restano al 14% per il Lazio, al 12% per la Lombardia e al 14% per il Piemonte. Questo il quadro fornito dai dati Agenas, nell’ultima rilevazione del 27/12. A livello nazionale confermato il 12% per le intensive e il 15% per i reparti.

Aumentano, dunque, i ricoveri di pazienti Covid nei reparti ordinari degli ospedali italiani: nello specifico  in 24 ore si è registrato un incremento, più o meno marcato, in 15 regioni e province autonome, secondo gli ultimi dati dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari. E – a fronte di una media nazionale stabile al 15%, soglia massima per l’occupazione di posti letto nei reparti di area medica non critica – sono 11 le regioni e Pa che la superano: Calabria (28%), Friuli Venezia Giulia (22%), Lazio (16%), Liguria (28%), Marche (21%), Bolzano (18%), Trento (17%), Sicilia (18%), Valle d’Aosta (31%) e Veneto (18%).

Per quanto riguarda l’incremento dei ricoveri nelle 24 ore, quello maggiore si è registrato nella provincia di Bolzano, con +3 punti percentuali: il 26 dicembre il valore era proprio sul valore soglia limite del 15%, ieri era balzato al 18%. L’Umbria registra un +2%, mentre un +1% si osserva in Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Sicilia, Toscana, Valle d’Aosta.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna