Covid: D’Amato, preoccupa variante Omicron, ci aspettiamo casi

nel Lazio 1.474 nuovi casi (+468) e 12 morti (+2)

“Ci preoccupa. Sicuramente questa variante sara’ destinata, prima o poi, ad essere predominante, per cui noi ci attendiamo che vi siano dei casi anche nella nostra Regione. La preoccupazione e’ legata alla velocita’, e noi dobbiamo essere piu’ veloci nella copertura vaccinale. Questo e’ il punto di fondo”. Cosi’ a ‘Timeline’, su Sky TG24, l’assessore alla Sanita’ della Regione Lazio Alessio D’Amato rispondendo alla domanda se e’ preoccupato dalla variante Omicron.

Per quanto riguarda il sequenziamento, D’Amato ha precisato che come Regione Lazio “abbiamo potenziato molto la rete di sequenziamento, pero’ devo dire che questo e’ un po’, a livello nazionale, un tallone d’Achille: noi dobbiamo e possiamo fare di piu’. Tempo fa si era parlato – ha ricordato l’assessore – anche di un consorzio nazionale del Governo sul sequenziamento, ma poi la cosa non ha mai preso piede. Ecco credo che questo sia un punto dove dobbiamo porre piu’ attenzione”.

Oggi nel Lazio, intanto, su 20.110 tamponi molecolari e 37.255 tamponi antigenici per un totale di 57.365 tamponi, si registrano 1.474 nuovi casi positivi (+468), mentre sono 12 i decessi (+2), 769 i ricoverati (+4), 106 le terapie intensive (+7) e +1.040 i guariti. Lo comunica in una nota l’assessore regionale alla Sanita’ Alessio D’Amato, spiegando che il rapporto tra positivi e tamponi e’ al 2,5%e che i casi a Roma citta’ sono a quota 681.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna