Covid: nasce a Roma un nuovo centro di vaccinazione pediatrica – VIDEOGALLERY

Inaugurato oggi il centro pediatrico all'Auditorium - Parco della Musica di Roma per la fascia di età 5-11 anni. Zingaretti e Gualtieri: "proteggiamo i bambini"

Nasce a Roma un nuovo centro di vaccinazione pediatrica per la fascia d’età 5-11 anni. Questa mattina il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri e l’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato hanno inaugurato il centro pediatrico per le vaccinazioni anti-Covid presso l’Auditorium – Parco della Musica di Roma. All’evento erano presenti, oltre al personale sanitario della Asl Roma 1 anche Angelo Tanese, commissario straordinario Asl Roma 1, Daniele Pitteri, amministratore delegato fondazione Musica per Roma – Auditorium Parco della Musica, Roberta Volpini, direttore amministrativo Asl Roma 1 e Camillo Giulio De Gregorio, direttore distretto 2.

Il sito è stato realizzato all’esterno degli spazi dell’Auditorium Parco della Musica, sul lato opposto dell’hub vaccinazioni anticovid adulti, e precisamente nello spazio dove era ubicata la ex serra. In tutto sono 500 metri quadri completamente dedicati alla fascia di età 5-11 anni e appositamente allestiti con la grafica della campagna di vaccinazione pediatrica regionale. Il centro vaccinale, che può contare su 7 postazioni di anamnesi e 9 box vaccinali, è già attivo da oggi e può somministrare fino a 600 somministrazioni giornaliere.

 

“Noi siamo qui perché dobbiamo proteggere i bambini dalla malattia, che per loro significa sicurezza e tornare alla gioia di vivere liberi – ha detto il governatore Zingaretti -. Ora dobbiamo correre perché arriva l’estate e dobbiamo far passare ai nostri figli una estate sicura. All’inizio non c’era il vaccino ma adesso c’è. Si tratta di un atto d’amore nei confronti dei più piccoli. Sono i numeri a dirlo che il vaccino rende sicuri i bambini e le bambine. Dà loro il diritto in sicurezza di giocare e soprattuto di non ammalarsi per questo maledetto virus. Il problema è il virus e il vaccino li libera, li difende e li protegge – ha sottolineato ancora Zingaretti -. Quindi facciamo un appello: portate i bambini a vaccinarsi, iscriviteli, per dar loro sicurezza e libertà”, ha concluso.

In fase di accoglienza l’intero processo di registrazione è digitalizzato attraverso una procedura semplice e pienamente conforme alle normative: riconoscimento del vaccinando attraverso la tessera sanitaria, effettuazione dell’anamnesi e inserimento dei dati al terminale con apposizione attraverso tablet delle firme grafometriche (Firme elettroniche avanzate – Fea). “Un bellissimo hub vaccinale per i bambini, un luogo splendido inaugurato oggi – ha dichiarato il sindaco Gualtieri -. È importantissimo vaccinare i bambini perché protegge la loro salute e ci aiuta a combattere il Covid. Questo è un luogo accogliente anche con i clown e i bambini sono bravissimi a partecipare a questo importante appuntamento per la loro salute. Grazie alla Regione Lazio per questo bellissimo hub. La campagna 5-11 è fondamentale. I bambini sono coraggiosi, si vaccinano e proteggono la loro salute. Il mio invito è vaccinare i bambini, portateli qui perché si contribuisce a questa battaglia per sconfiggere il Covid”, ha concluso il sindaco.

L’assessore D’Amato ha sottolineato che è necessario dare un nuovo impulso “alla campagna vaccinale per la fascia 5-11 anni. Ad oggi sono state somministrate 145 mila vaccinazioni senza alcun evento avverso. È importante vaccinarsi per evitare complicazioni e mettere in sicurezza i ragazzi e le loro famiglie. C’è un grande entusiasmo”, ha aggiunto D’Amato. Per quanto riguarda l’andamento epidemiologico, “notiamo un andamento stabile dei casi e secondo i dati preliminari non ci dovrebbe essere un cambio di colore”, ha concluso l’assessore.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna