Covid: nel Lazio 773 casi e 12 morti, “8 non erano vaccinati”

D'Amato, altri 4 non avevano completato percorso. Roma a quota 343. Nel Lazio oltre il 31% della fascia di popolazione over 80 anni è vaccinato con terza dose. Influenza, al via vaccino in farmacia

“Oggi nel Lazio su 12.409 tamponi molecolari e 21.611 tamponi antigenici per un totale di 34.020 tamponi, si registrano 773 nuovi positivi (+324), 12 decessi ( = ), 523 ricoverati (+13), 61 terapie intensive ( = ) e +694 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi e’ al 2,2%. I casi a Roma citta’ sono a quota 343”. Cosi’ l’assessore regionale alla Sanita’ Alessio D’Amato.

Le somministrazioni del vaccino anti Covid “sono aumentate del 39% rispetto al dato di ieri – sottolinea l’assessore – in prevalenza terze dosi il 67%, il 24% sono seconde dosi e prime dosi al 9%”. “Con il virus non si scherza – sottolinea l’assessore – ieri un decesso a Rieti di un uomo di 55 anni non vaccinato, Oggi si registrano altri due uomini di 56 e 69 anni non vaccinati. In totale 8 su 12 decessi nelle ultime 24 ore sono di persone non vaccinate e 4 non avevano completato il percorso vaccinale. Rinnovo l’appello a non abbassare la guardia e ad eseguire la vaccinazione Covid, compresa la terza dose per la popolazione over 60 anni che puo’ essere fatta nella stessa seduta vaccinale del vaccino antinfluenzale. e’ molto importante”.

Nel Lazio oltre il 31% della fascia di popolazione over 80 anni è vaccinato con terza dose.

“Da oggi in Lazio al via la vaccinazione antinfluenzale anche nelle farmacie con prevalenza per la classe di età 60/65 anni. Già distribuiti oltre 1 milione di vaccini ai medici di medicina generale e somministrati oltre 535 mila. Sono attivi nella campagna ad oggi 3.667 medici di medicina generale e 313 pediatri di libera scelta”.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna