Covid: nel Lazio i primi mille vaccinati in fascia pediatrica, allo Spallanzani clown e giochi – VIDEO e FOTOGALLERY

Nel Lazio è partita ieri - con un giorno di anticipo rispetto alle altre regioni - la campagna vaccinale per la i bambini dai 5 agli 11 anni. E oggi si riparte in 53 centri vaccinali con i 40mila prenotati in regione. Il presidente Zingaretti: "Vaccinare i figli significa amarli"

Nel Lazio è partito questo pomeriggio il v-day pediatrico. All'hub vaccinale pediatrico dell'Istituto nazionale malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma le prime somministrazioni alla presenza del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, dell'assessore alla Sanità, Alessio D'Amato e del direttore generale dell'Istituto Spallanzani, Francesco Vaia. La Polizia di Stato ha voluto mettere a disposizione la banda musicale, i corpi a cavallo e le unità cinofile per accogliere i più piccoli in un momento di festa assieme alle famiglie.

Nel Lazio è partita ieri – con un giorno di anticipo rispetto alle altre regioni – la campagna vaccinale pediatrica. All’istituto di malattie infettive Spallanzani di Roma sono stati vaccinati i primi 70 bambini d’Italia – con età compresa tra i 6 e i 9 anni – ma in tutta la regione gli immunizzati in fascia pediatrica arrivano a circa mille. E oggi si riparte in 53 centri con i prenotati.

 

“Sono già 40mila le prenotazione nel Lazio per il vaccino in questa fascia”, ha detto il presidente della Regione Nicola Zingaretti, che ha poi fatto un appello ai genitori: “Vaccinare i figli significa amarli. È un atto d’amore, perché attraverso questo ulteriore passo ci libereremo dal Covid e difenderemo i nostri figli e nipoti. Non perdiamo tempo, perché abbiamo visto che questa variante è molto insidiosa che si diffonde in maniera molto veloce – ha sottolineato Zingaretti -. Quindi mettiamo in sicurezza i bambini, anche perché abbiamo visto come possono esserci degli effetti gravi anche per i più piccoli”, ha concluso.

 

Ieri all’istituto di malattie infettive di Roma ad accogliere i piccoli, oltre agli operatori, c’erano anche clown e giocolieri per far vivere loro l’esperienza della vaccinazione con la massima leggerezza e in modo giocoso.

Non solo, anche la polizia ha messo a disposizione la banda musicale, i corpi a cavallo e le unità cinofile per per l’accoglienza. Ai bambini cgiunti negli hub sono stati regalati anche dei fumetti appositamente realizzati a cura della disegnatrice Arianna Rea (scuola romana dei fumetti), con tutte le informazioni utili.

Sui canali social di Salute Lazio inoltre è possibile consultare le faq e il video realizzati in collaborazione con l’ospedale pediatrico Bambino Gesù.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna