Covid: sale il tasso di occupazione delle terapie intensive, questa settimana al 15,4%

La scorsa settimana era il 12,9%. La Provincia autonoma di Trento - seguita dalle Marche e dal Piemonte -  registrano questa settimana i valori più alti rispetto all'occupazione di posti letto. Salgono ancora l'indice di trasmissibilità Rt e l'incidenza dei casi Covid.

(immagine di repertorio)

Sale il tasso di occupazione in terapia intensiva, che questa settimana è al 15,4% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 06 gennaio) contro il 12,9% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 30 dicembre) della settimana precedente. Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale sale invece al 21,6% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 06 gennaio) rispetto al 17,1% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 30 dicembre). Lo evidenzia il monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute.

Salgono ancora l’indice di trasmissibilità Rt e l’incidenza dei casi Covid in Italia: l’incidenza riferita a ieri 6 gennaio è infatti pari a 1669 casi su 100mila abitanti e raddoppia rispetto al valore di 783 della scorsa settimana. L’Rt sale invece a 1,43 dal valore di 1,18 della settimana precedente.

La Provincia autonoma di Trento – seguita dalle Marche e dal Piemonte –  registrano questa settimana i valori più alti rispetto all’occupazione di posti letto per malati Covid nelle terapie intensive: la PA Trento è al 27,8% (rispetto alla soglia del 10%), le Marche al 23,9% e il Piemonte al 21,7%. La maggiore occupazione dei reparti di area medica si registra invece in Val d’Aosta (al 42,4% rispetto alla soglia 15%), Liguria (34,2%) e Calabria (33,7%). Emerge dal monitoraggio all’esame della cabina di regia.

 

 

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna