Covid/ Vaia: “Troppo presto per vaccinare i bimbi di 5-11 anni”

"Non ci sono indicazioni univoche della comunità scientifica per vaccinare questa popolazione così sensibile", ha detto il direttore dell'Istituto Spallanzani, commentando la dichiarazione di Pfizer e BioNTech

“È troppo presto. Non ci sono indicazioni univoche della comunità scientifica per vaccinare questa popolazione così sensibile. Dobbiamo evitare di rincorrere i comunicati stampa delle aziende. Il buon senso dice: aspettiamo, sospendiamo, vediamo. Se le autorità regolatorie internazionali e nazionali lo approveranno e si prenderanno la responsabilità, allora sì”. A dirlo è Francesco Vaia, direttore dell’Istituto Spallanzani commentando la dichiarazione di Pfizer e BioNTech secondo la quale il vaccino è “ben tollerato in bambini dai 5 agli 11 anni”. Intanto, secondo l’Iss, la percentuale dei contagi tra i sanitari è dell’1,72%, un dato di “non grande diffusione”.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna