Covid: Vaccini ai minorenni, finite le dosi, disponibilità solo da febbraio

I giovani si possono immunizzare solo con Pfizer, ma gli adulti hanno da tempo esaurito le scorte. II primo appuntamento per vaccinarsi per la fascia 12- 17 anni, disponibile oggi, sarebbe tra circa un mese.

Cercasi booster disperatamente. Le scuole sono ripartite in presenza tra mille difficoltà, la politica ribadisce la necessità di vaccinare tutti i bambini e di correre con il booster per i ragazzi più grandi («la vera risposta per tenere aperte le scuole è vaccinarsi», ha detto proprio ieri il governatore Zingaretti).

Ma arriva la sorpresa. A quanto riferisce ‘’La Repubblica’’ sono finite le dosi di Pfizer per i minorenni. Gli slot messi a disposizione dalla Regione sul sito Salute Lazio per i ragazzi dai 12 ai 17 anni – che secondo la circolare Aifa devono necessariamente ricevere il richiamo con Comirnaty (ovvero Pfizer) – sono infatti praticamente esauriti fino a metà febbraio, nonostante le prenotazioni siano state aperte rispettivamente il 28 dicembre per la fascia 16-17 anni e 7 gennaio per i 12-15enni.

Il motivo? Ai maggiorenni piace Pfizer, e a dicembre c’è stata una vera e propria “corsa monomarca” al booster, che ha dato praticamente dato fondo alle scorte. «Abbiamo dovuto tenere da parte delle dosi di Pfizer per i minorenni, ma sono state tutte prenotate», spiegano a ‘’La Repubblica’’ fonti della Regione. E se ormai agli adulti altro non resta che “accettare” di farsi la terza dose con quel che c’è (Moderna, che poi a ben vedere è la stessa cosa), i minorenni, come detto, sono vincolati solo ed esclusivamente a Pfizer.

Da qui il collo di bottiglia, che riporta le lancette indietro, ai tempi della prima campagna vaccinale, e il tormentone della penuria di dosi, i posticipi, gli spostamenti last minute, le attese a mezzanotte davanti al pc per l’apertura delle nuove fasce d’età per accaparrarsi una dose in tempi rapidi.

Stavolta però, nell’era di Omicron e del Super Green Pass, i ritardi sulle vaccinazioni, rischiano di provocare una catena di problemi per i ragazzi e le loro famiglie. Se ne sono accorti i genitori, disperatamente alla ricerca di una terza dose per i loro figli. «Mio figlio, del 2009, è stato tra i primi della fascia 12-16 ad essere vaccinato l’ormai lontanissimo 20 giugno 2021», racconta Francesca L., una lettrice romana di Repubblica che ha voluto condividere le sue “vicissitudini vaccinali” in una accorata mail.

Quando «finalmente si è aperta la finestra per la dose booster – prosegue – ho scoperto che purtroppo è impossibile prenotare, non ci sono dosi, i centri vaccinali sono pieni. Sono giorni che provo».

La mamma ha allegato degli screenshot della pagina di prenotazione: “l’appuntamento potrà essere prenotato a partire dal 10 gennaio”, recita il messaggio generato dall’algoritmo in testa alla schermata. Peccato che le tuniche) due possibilità di ricevere la dose, per ii ragazzo, siano il 10 febbraio a Cittaducale e il 13 febbraio a Piedimonte San Germano.

A preoccupare Francesca L. non è solo la copertura anticorpale del figlio contro la variante Omicron, inevitabilmente crollata dopo oltre á mesi, ma anche il rinnovo del Green Pass del ragazzo che «come da nuovo decreto, per lui scadrà il primo febbraio». Un problema, quest’ultimo, non da poco, che coinvolge tutta la platea di minorenni che si sono vaccinati tra fine giugno e luglio, quindi oltre á mesi fa. Se non ricevono il terzo richiamo entro la fine di gennaio infatti, si ritroveranno a febbraio – quando il Green Pass da vaccino passa da 9 a 6 mesi di validità senza passaporto verde. E, come impone il nuovo regolamento, non potranno nemmeno prendere l’autobus, la metro, il pullman per andare a scuola, dato che i mezzi pubblici è valido solo il Super Green Pass: quello che, appunto, si ottiene solo con il vaccino o la guarigione. Una situazione più che mai confusa, di cui l’Assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato è consapevole. “Aumenteremo dalla prossima settimana del 25% le disponibilità di vaccini per i minorenni», annuncia. Non resta che capire quando si potrà materialmente ricevere l’iniezione.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna