Covid: Zingaretti, morti è colpa del virus ma anche di egoisti non vaccinati

I deceduti per covid sono l’80 per cento in meno rispetto a un anno fa

Il 27 dicembre di un anno fa iniziava la campagna vaccinale contro il Covid. “Abbiamo rispettato gli obiettivi e i risultati del vaccino si vedono. Basti un dato: i deceduti per covid sono l’80 per cento in meno rispetto a un anno fa. Ma gli ospedali sono affollati e stiamo ritardando le altre cure ad altri cittadini a causa delle persone non vaccinate. Questa cruda verità va detta, perché il nostro compito è difendere l’interesse generale della nostra comunità”.

Lo scrive su Facebook il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. “Il danno di vite, economico e di qualità della cura è immenso e a questo punto non solo per colpa del virus, ma soprattutto per responsabilità di tanti egoisti non vaccinati – sottolinea il governatore -. Un enorme grazie a tutto il personale che ha consentito gli ottimi risultati della campagna vaccinale nella nostra regione e a tutte le cittadine e a tutti i cittadini che hanno scelto la sicurezza propria e della collettività. Ora avanti con le prime dosi e con il completamento del ciclo vaccinale per chi l’ha già iniziato: non c’è altra strada per uscire dall’emergenza e riprenderci le nostre libertà”, conclude Zingaretti.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna