Cts, a scuola in presenza ma ancora con le mascherine in classe

Raccomandato il distanziamento da seduti

Il Cts ritiene ‘assolutamente necessario’ dare priorita’ alla didattica in presenza per l’anno scolastico che partira’ a settembre non solo per la formazione ma anche per lo sviluppo psicologico dei ragazzi; sostiene l’importanza di promuovere la vaccinazione nella scuola, tanto del personale scolastico quanto degli studenti; infine raccomanda il distanziamento, ma dove questo non sia possibile, resta fondamentale mantenere le altre misure, a partire dall’uso delle mascherine di tipo chirurgico nei luoghi chiusi. E’ quanto emerge dal verbale del Cts in risposta ai quesiti del Ministero.

Per il Cts tutto il personale scolastico dev’essere vaccinato. Gli scienziati fanno una forte raccomandazione ai politici perché intraprendano ogni sforzo per raggiungere un’elevata copertura vaccinale di docenti e non docenti, promuovendo campagne informative, ma anche individuando delle misure, anche legislative, per garantire la più elevata soglia di persone vaccinate.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna