Euro 2020: a Roma un quarto finale, biglietti da giugno 2019

Al via reclutamento 1.000 volontari, a marzo svelata la mascotte

Il primo Campionato Europeo itinerante, ideato per celebrare i 60 anni della manifestazione, muoverà i primi passi da Roma, sede della cerimonia inaugurale e della gara d’apertura il 12 giugno 2020, kick-off di un torneo ospitato in 12 città (Roma, Amsterdam, Baku, Bilbao, Bucarest, Budapest, Copenhagen, Dublino, Glasgow, Londra, Monaco e S. Pietroburgo), tra le quali 8 capitali europee e 11 stadi con una capienza superiore a 50mila posti. Il lungo viaggio verso il calcio d’inizio è iniziato oggi a Dublino, con il sorteggio delle qualificazioni: Roma sarà, insieme con Londra – che ospiterà anche semifinali e Finale – una sede centrale di questo grande evento internazionale. Per la Capitale una grande opportunità: numerosi eventi e iniziative promozionali in città già dal 2019, l’arrivo di tantissimi tifosi da tutto il mondo, il coinvolgimento della città a livello internazionale nell’organizzazione dell’evento. A coordinare la cabina di regia del Comitato Organizzatore locale è la FIGC, che sta valorizzando i grandi eventi internazionali come volano di crescita e sviluppo, insieme a Comune di Roma e Coni in qualità di proprietario dello stadio Olimpico, che subirà nel prossimo anno un restyling per rispondere alle esigenze del torneo.

Per Roma sarà l’occasione di ospitare la gara inaugurale dopo essere stata teatro di due finali; all’Olimpico i tifosi italiani potranno assistere almeno a due gare degli azzurri, mentre la terza partita del girone sarà definita tra Roma e Baku, l’altra città che ospita il girone A, in base alla qualificazione di Italia e Azerbaijan (nel caso, sorteggio sulla sfida diretta). Importante per i tifosi italiani attivarsi con un anno di anticipo per acquistare i tagliandi (totale 3 milioni per tutte le gare della Fase Finale), esclusivamente online tramite prenotazione e poi lotteria tra i richiedenti; prima finestra riservata esclusivamente ai tifosi locali da giugno 2019. Poi seconda quota per i tifosi delle finaliste online a dicembre, quindi per le squadre qualificate dai play off ad aprile 2020 e infine vendita degli ultimi posti disponibili a maggio. Facilitazioni per i possessori della Card Vivo Azzurro.

Il programma dei volontari punta a reclutare circa 1000 giovani in ogni sede. Per tutti gli interessati, a marzo sarà possibile iniziare il processo di candidatura online. La Mascotte del Torneo verrà presentata a fine marzo 2019, in occasione dell’inizio delle gare di European Qualifiers.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna