Giornata poveri 2022, il 15% di chi vive a Roma non arriva a fine mese

Messa a San Pietro con Papa Francesco. Iniziative di Sant’Egidio e Acli. Dal Pontefice 5 mila pacchi

Poveri che chiedono l’elemosina

E’ la giornata mondiale dei poveri 2022. Circa il 15% dei romani ha difficoltà ad arrivare a fine mese, le richieste di aiuto alle caritas per la difficoltà di pagare le bollette di luce e gas aumentano a ritmo esponenziale, nella Capitale ci sono almeno 8.500 senzatetto. E oggi Papa Francesco celebrerà la messa con centinaia di poveri nella basilica di San Pietro e indosserà i paramenti cuciti nel carcere di Secondigliano a Napoli. Poi pranzo tutto assieme in aula Paolo VI. Dal Pontefice poi 5 mila pacchi per i più bisognosi della Capitale

Per la giornata mondiale dei poveri apertura della mensa di via Dandolo 

La Comunità di Sant’Egidio sarà a San Pietro con alcuni indigenti , di cui è amica tutto l’anno. Sempre a Roma, dalle 13, la mensa di via Dandolo 10 sarà aperta grazie all’impegno gratuito degli studenti della Scuola di lingua e cultura italiana, “nuovi europei” originari di diversi paesi e ormai integrati. Numerosi gli appuntamenti di solidarietà con i poveri anche in altre città italiane tra cui Bologna, Genova, Milano, Napoli, Padova, Pescara. La Giornata sarà ugualmente celebrata in tutti i Paesi in cui è presente Sant’Egidio: in diverse città europee come in Africa, Asia e America Latina, con anziani, bambini di strada e delle Scuole della Pace, rifugiati, detenuti. Ovunque sarà l’occasione per lanciare un messaggio di speranza che invita tutti a ripartire dalla solidarietà.

Le Acli a San Pietro e in aula Paolo VI 

E anche anche le ACLI di Roma e provincia rispondono alla chiamata di Papa Francesco con oltre 200 persone fragili di Roma e provincia seguite dall’associazione. Con loro la presidente Lidia Borzì, saranno infatti presenti in Vaticano per celebrare la VI Giornata Mondiale dei Poveri, partecipando alla Messa presieduta da Papa Francesco e il seguente pranzo in Aula Paolo VI con 1300 poveri della Capitale. L’evento è promosso dal Dicastero per l’Evangelizzazione, Sezione per le Questioni Fondamentali dell’Evangelizzazione nel Mondo. Per la Giornata, le ACLI di Roma anche quest’anno hanno voluto realizzare una cartolina celebrativa, che verrà diffusa tramite i canali social dell’associazione. Lo slogan scelto è “Tra le crepe”.

Borzì (Acli): no all’indifferenza 

“L’indifferenza e l’egoismo – spiega Lidia Borzì, presidente delle ACLI di Roma e provincia – offuscano il nostro sguardo e anestetizzano il nostro cuore, non permettendoci di tendere la mano verso i nostri fratelli e sorelle più fragili. Ogni volta che lasciamo prevalere questi atteggiamenti siamo inghiottiti da un buco nero”

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna