Green Pass: piano delle farmacie per sconti e omaggi sui tamponi 

Una strategia promozionale che sta volando nel mercato delle farmacie perché, ora più che mai, la richiesta è altissima dato che a Roma e nel Lazio sono circa 200mila le persone senza il documento

Pacchetti, sconti, offerte e la stampa del Green pass valido per 48 ore assicurato in 20 minuti. Così le mille farmacie del Lazio, 700 a Roma, attaccano il mercato dei tamponi. Perché dal prossimo venerdì (15 ottobre) scatterà l’obbligo del certificato per il rientro in ufficio. Lo rileva ‘Il Messaggero’ con un’articolo che documenta come si stanno organizzando le farmacie si sul piano della concorrenza che per le esigenze delle persone che devono fare il tampone.

E l’unica alternativa per i “no pass” è il tampone rapido nelle farmacie. I presìdi sanitari hanno già avviato una massiccia campagna pubblicitaria via social per pubblicizzare pacchetti e offerte con 10 tamponi al costo di 10 euro. Oppure omaggi: acquistando tre test il quarto è gratuito. Ancora: promozioni da cinque tamponi al costo di 40 euro. E tutte assicurano il rilascio del pass entro 20 minuti.

Una strategia promozionale che sta volando nel mercato delle farmacie perché, ora più che mai, la richiesta è altissima. Secondo i dati della Regione Lazio infatti è di 200 mila la platea dei non vaccinati. Tutti a caccia della miglior offerta per assicurarsi i pass. “Continuiamo la nostra campagna vaccinale e invitiamo chi ancora non si è vaccinato a richiederlo. Non solo perché è gratuito ma anche per evitare una inutile corsa ai tamponi pur di ottenere il certificato verde”, commenta l’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato.

Con il programma vaccinale al terzo giro di boa dopo aver superato l’immunizzazione per il 90% della popolazione over 12. E aver iniziato i richiami – la terza dose – per gli over 80 e ai pazienti fragili. Con un picco nelle prenotazioni dei test che si è registrato in tutto il Paese. E fioccano offerte di ogni sorta.

A Pescara però la trovata della farmacista che aveva messo in vendita il tampone rapido a dieci euro con una birra in omaggio, ha fatto scattare un’indagine dei carabinieri del Nas.La titolare, che aveva pubblicizzato il pacchetto sulla locandina dell’Oktoberfest del paese, è stata poi segnalata all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e all’Ordine dei Farmacisti di Pescara.

Secondo Federtarma nel Lazio al momento non si sarebbero registrate irregolarità analoghe. Ma l’elenco dei presìdi che si sono tuffati nel mercato dei tamponi si allunga giorno dopo giorno: almeno il 50% delle farmacie stanno applicando sconti e pacchetti promozionali per assicurarsi una fetta di mercato. Per rispondere alle nuove esigenze dei non vaccinati, le farmacie hanno dovuto cambiare orari e aumentare i giorni da dedicare ai test rapidi. Dunque è già possibile prenotare il test tra le 7 e le 8 del mattino.

Cioè, appena prima dell’ingresso al posto di lavoro. Lo stesso per chi ha i turni di notte: in molti presidi sanitari è stata attivata la fascia oraria dalle 17 alle 18 del pomeriggio. Infine, in tutte ora è possibile prenotare il test da lunedì al sabato, quindi sei giorni su sette. Con la mappa in costante aggiornamento, offerte e promozioni si registrano in tutti i quartieri della Capitale. Da Ostia, a Casal Palocco e poi all’Eur, San Giovanni, nel quartiere San Paolo, all’Aventino e nel centro storico fino ai quadranti più periferici della città.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna