In 5mila al via della RomaOstia half marathon vinta da Tola

Gara tornata dopo stop 2 anni per emergenza Covid

Dopo oltre due anni dall’ultima RomaOstia half marathon, il popolo dei runner e’ tornato oggi a colorare le strade che da ROMA portano al mare. In oltre 5000 si sono presentati ai nastri di partenza per la 46esima edizione della mezza maratona, una festa attesa da tutti gli appassionati, organizzata dal Gruppo Sportivo Bancari Romani GSBRun in collaborazione con RCS Sports & Events.

“Una gara molto performante grazie alla bonta’ del rinnovato percorso e alle ideali condizioni del meteo di oggi”, sottolineano gli organizzatori. A vincere e’ stato l’etiope Abdera Adisa Tola, con il tempo di 59.54 precedendo l’italiano Daniele Meucci che ha chiuso con 1.00.11, seconda migliore prestazione di sempre di un atleta azzurro.

Terzo il kenaino Max Mathanga Mbuleli con 1.00.17. Per la prima volta Abdera Adisa Tola ha corso fuori dall’Africa. Suo fratello, il piu’ famoso Tamirat Tola, ha vinto oggi la Maratona di Amsterdam.

“Sono stato con i primi sino al 15 chilometro e dopo aver capito di star bene ho iniziato a spingere- – ha dichiarato il vincitore dopo il traguardo – Una progressione che mi ha portato a questa bellissima vittoria in Italia”. Nella gara femminile tutto secondo i pronostici. Vittoria di Joyce Tele con 1.06.35, un risultato che ribadisce la sua supremazia, vincendo allo sprint sulla connazionale Betty Kibet Chepkemoi (1.06.37), stabilendo il nuovo record del percorso romano e soprattutto la seconda miglior prestazione di sempre in mezza maratona su suolo italiano. Al quinto posto la prima delle italiane Rebecca Lonedo con 1.11.45, un risultato oltre la piu’ rosea previsione. Passando agli atleti di altre discipline che hanno onorato con la loro partecipazione la RomaOstia, eccellente prestazione del motociclista Simone Corsi che ha completato il percorso con l’eccellente tempo di 1.17.00. L’ex azzurro Massimo Ambrosini ha raggiunto il traguardo in 1.26.44 mentre Annalisa Minetti ha chiuso la sua gara con il tempo di 1.42.29. L’atleta paralimpico, Andrea Pusateri ha chiuso invece con 1.18.06.

“Il ritorno della RomaOstia e’ stata un’emozione incredibile. Vedere gli atleti gioire al traguardo ci da’ l’idea della fine di un incubo. Un incubo iniziato quel 6 marzo 2020 quando il nostro evento fu cancellato. Un periodo buio per tutti noi, che la luce del sole oggi al traguardo ha illuminato. Ci rivediamo il 6 marzo 2022 per un’altra RomaOstia”, il commento Laura Duchi, la Race Director.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna