Lazio: mini quarantena asintomatici, semplificare

Assessore: da questa guerra ne usciremo, entro metà febbraio obiettivo 4,6 milioni terze dosi

“Io credo che bisogna semplificare le procedure per gli asintomatici completamente vaccinati: negli Usa in questo caso la quarantena finisce dopo 5 giorni. Se il Cts intraprendesse questa linea di conseguenza non servirebbe contare gli asintomatici. Serve semplificare”. E’ quanto dichiara l’assessore alla sanita’ della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

“Negli Usa in caso di positivi asintomatici vaccinati completamente dopo 5 giorni sono fuori senza ulteriori procedure burocratiche -spiega D’Amato- Se il Cts intraprendesse questa linea di conseguenza non servirebbe contare gli asintomatici. Io dico che se lo fanno li possiamo farlo anche qui, serve semplificare”.

“Il 29 gennaio saranno due anni di questa battaglia e Roma e’ stata la prima grande citta’ a farci i conti in Europa. Sono convinto che da questa guerra ne usciremo. I nostri tecnici ci dicono che probabilmente a fine gennaio raggiungeremo il picco di questa fase di contagi e potremo guardare ai prossimi mesi con fiducia. Ieri il record delle vaccinazioni, oltre 71mila: dobbiamo ora correre con le terze dosi ed arrivare alla meta’ di febbraio ad aver fatto 4, 6 milioni di terze dosi, completando tutto il ciclo per chi ha fatto gia’ la seconda dose. Se oggi non avessimo fatto la campagna vaccinale che abbiamo condotto la situazione sarebbe stato molto diversa da quella attuale. Speriamo che le mutazioni del virus terminino”. Lo ha detto l’assessore alla Salute della Regione Lazio Alessio D’Amato dopo aver inaugurato a Fiumicino il nuovo hub tamponi, riservato al tracciamento nelle scuole

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna