Lazio, Zingaretti: al via eventi all’aperto fino a 1500 spettatori

l'ordinanza lunedì. Ruberti:" valutiamo la possibilità di ampliare il numero di spettatori anche al chiuso in vista della prossima stagione autunnale" 

Fino a 1500 persone per gli eventi all’aperto. Nel Lazio aumenta il numero di spettatori che possono essere presenti durante un concerto, una rappresentazione o una qualsiasi performance.

“Da lunedi’ nel Lazio con un’ordinanza portiamo il limite degli spettatori per eventi all’aperto da 1000 a 1500 persone. In sicurezza si torna a vivere!”. Lo scrive su Twitter il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

L’ordinanza varrà “per la Cavea ma anche ovviamente per il Circo Massimo e per tutti gli eventi all’aperto”, ha spiegato il capo di Gabinetto della Regione Lazio, Albino Ruberti, intervenendo alla presentazione dei Concerti d’Estate dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, che si svolgeranno nella Cavea dell’Auditorium Parco della Musica.

“Siamo felici di essere qui a inaugurare questa nuova stagione estiva di Santa Cecilia che riparte in sicurezza grazie alle misure messe in campo dall’Auditorium e dall’Accademia ma anche grazie al successo della campagna vaccinale in cui si registrano risultati importanti con numeri in decrescita nei contagi grazie ai quali possiamo ben sperare che presto potremo lasciarci alle spalle questo difficile periodo – ha detto Ruberti – Il pubblico laziale ma anche i turisti vogliono tornare a vivere l’arte e la bellezza e qui annunciamo che il Presidente Zingaretti, nel rispetto delle deleghe previste nell’ultimo decreto ministeriale, emanerà lunedì un’ordinanza per l’ampliamento fino a 1500 posti delle platee all’aperto i cui spazi lo consentano nel rispetto delle norme di contenimento del contagio. Un provvedimento importante che apre la strada a una nuova stagione di normalità.”

Ruberti ha anche annunciato che nell’ambito della Conferenza Stato Regioni valuteranno la ”possibilità di ampliare il numero di spettatori anche al chiuso in vista della prossima stagione autunnale. Serve ricominciare a programmare”, ha concluso.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna