Nel Lazio in un mese variante Delta dal 3,4% al 34,9%

L'allarme di D'Amato: mancano 100mila dosi Pfizer. Oggi 64 casi e 5 decessi.

L’ultimo studio del Seresmi Istituto Spallanzani mostra come in un mese vi sia stato un incremento di 10 volte della proporzione di variante Delta sul territorio regionale passando dal 3,4% della survey del 18 maggio al 34,9% di quella di oggi”. Lo dichiara l’assessore alla Sanita’ della Regione Lazio Alessio D’Amato.

Nel Lazio, intanto, sono state somministrate oltre 5,3 milioni di dosi, 2,1 milioni di cittadini ha chiuso iter vaccinale. “La regione e’ sopra il target nazionale assegnato da struttura commissariale di circa il 6%, mancano circa 100 mila dosi pfizer”, dice l’assessore alla sanita’ D’Amato. Continua l’Operazione delta con il sold out dell’open night Santo Spirito con 1000 prenotazioni: le vaccinazioni saranno effettuate dalle ore 15.00 di sabato 3 luglio, alle ore 8.00 di domenica 4 luglio. Dalle 19:00 alle 23:00 di sabato esibizione di musica jazz e tra le 05.00 di sabato alle 08.00 di domenica colazione per tutti gli utenti che si vaccinano. A Sabaudia si registra un’ottima affluenza per la vaccinazione anche da parte dei cittadini della comunita’ indiana.

Nel Lazio, intanto, su quasi 8mila tamponi (-1253) e oltre 15mila antigenici per un totale di oltre 23mila test, si registrano 64 nuovi casi positivi (-8), 5 decessi (+2), i ricoverati sono 162 (-19). I guariti sono 152, le terapie intensive sono 42 (-5). Il rapporto tra positivi e tamponi e’ allo 0,8% ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende allo 0,2%. I casi a Roma citta’ sono a quota 41.

 

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna