Parco Cavallo Pazzo, parte censimento alberi con chef Rubio

Inaugurazione il 4 marzo. I rilievi saranno effettuati dal team del prof. Mancuso. Il report sarà donato a Casetta Rossa che gestisce l'area verde

Chef Rubio (Foto Omniroma)

Al via lunedì il censimento degli alberi del Parco Cavallo Pazzo a Roma, un progetto ambientale lanciato dal noto chef Rubio e reso possibile grazie ai fondi raccolti sulla piattaforma GoFundMe. L’area verde individuata è gestita dall’associazione Casetta Rossa e conta 268 alberi tra specie autoctone, spontanee o alloctone.

“Il censimento arboreo ci consente di comprendere il comportamento delle piante che popolano quest’area e le loro funzioni benefiche: quantità di anidride carbonica stoccata dagli alberi; intercettazione e rimozione elementi inquinanti presenti nell’aria; riduzione delle acque di ruscellamento; capacità di rinfrescare l’area con conseguente risparmio energetico” spiega chef Rubio.

I rilievi dureranno un paio di mesi e verranno eseguiti dal team di Stefano Mancuso, professore di neurobiologia vegetale dell’Università di Firenze, formato da professionisti agronomi e fisiologi vegetali che si occupano di censire le specie arboree, caratterizzarle, ed elaborare dei modelli con lo scopo di stimare i benefici del verde. I dati raccolti e i risultati ottenuti saranno sintetizzati in un report che verrà donato all’associazione Casetta Rossa. L’inaugurazione dei lavori del censimento, a cui parteciperanno chef Rubio e il professor Mancuso è in programma lunedì pomeriggio, all’interno del parco.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna