Roma: arrivano i saldi, spesa media di 200 euro

Secondo le stime di Confcommercio Lazio, tra il periodo storico particolarmente difficile e il peggioramento della situazione economica dei consumatori però, a Roma i saldi estivi quest'anno vedranno un 49,3 per cento dei cittadini poco, o per nulla, interessato agli sconti

È finita l’attesa per i saldi a Roma. Domani in molti si riverseranno nelle principali vie della capitale pronti a mettere mano al portafoglio. Da via Nazionale a via del Corso, via Condotti, via Appia, viale Marconi e via Tuscolana. Tutto è pronto per gli sconti estivi che, secondo le stime di Confcommercio, arricchiranno le casse italiane di 3,1 miliardi di euro.

Le famiglie in Italia spenderanno in media 202 euro per i propri acquisti, pari a poco meno di 90 euro a testa. Tra il periodo storico particolarmente difficile e il peggioramento della situazione economica dei consumatori però, a Roma i saldi estivi quest’anno vedranno un 49,3 per cento dei cittadini poco, o per nulla, interessato agli sconti. A rivelarlo sono le stime di Confcommercio Lazio. Un altro 50,7 per cento, però, i saldi li attende e spera in qualche affare.

“Approfitto per comprare un vestito per un matrimonio che ho a settembre: un acquisto intelligente – racconta Erica -. Cose utili per il lavoro: camicette e pantaloni, sandali estivi perché con il cambio di stagione ho regalato tanti vestiti. Massimo 250-300 euro perché ho necessità”.

Per i romani il budget fissato è sotto i 300 euro – confermano le stime della Confcommercio territoriale – e un 76,6 per cento dice no ai capi firmati: “Domani comprerò scarpe e vestiti, non so quanto spenderò – spiega Marina -. Non cerco cose griffate ma qualche capo buono per l’estate. Non farò acquisti online, non mi piacciono – prosegue -. Preferisco andare nei negozi e scegliere. Penso che eviterò i centri commerciali, credo di andare sulle vie principali dello shopping del centro”. Tra chi attende i saldi estivi ci sono soprattutto donne e giovanissimi. E tra gli scontenti c’è chi come Stefano racconta: “Mettono sempre le cose vecchie, gli scarti. Vai in estate e nei negozi trovi i maglioni con il collo alto. La gente assalta e non c’è nulla di ordinato. Non mi va di scavare tra i cumuli di vestiti”.

È nella fascia d’età tra i 25 e i 54 anni che si tenderà a fare acquisti anche sul web. Lista dei desideri alla mano, allora, ma attenzione alle truffe. Secondo Codacons – che ha stilato la lista delle regole d’oro per sfruttare bene i saldi – è importante tenere lo sguardo vigile per evitare di incorrere in spiacevoli inconvenienti. Occhio a: conservare sempre lo scontrino, prestare attenzione ai prodotti difettosi, confrontare i prezzi dei negozi nei giorni precedenti all’inizio dei saldi e dire no ai fondi di magazzino. Avere le idee chiare su cosa si ha necessità di comprare aiuta, così come valutare la qualità della merce che si acquista, oltre alla quantità. Occhi puntati, quindi, anche sulle etichette.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna