Roma si legge: Tornano le code agli hub vaccinali, per gli alberghi arrivano le disdette delle prenotazioni – PODCAST

Ecco le principali notizie della giornata dalla rassegna stampa a cura di Marco Moretti che potete ascoltare anche in versione podcast

Ecco le principali notizie della giornata dalla rassegna stampa a cura di Marco Moretti che potete ascoltare anche in versione podcast (cliccare qui).

Natale in crisi

L’aumento dei contagi a Roma sta avendo ripercussioni sulle attività commerciali, tali da far dire alla Repubblica che “crolla di nuovo il turismo in città. Per gli hotel picco di disdette per le vacanze di Natale”. Per il Messaggero invece ci si organizza, a cominciare dallo shopping di Natale: “piano anti contagi: steward e transenne. Ci sarà un vertice in settimana tra associazioni di categoria e Prefettura, la prova generale con il “black friday”.

Terze dosi

Intanto il primo open day per le terze dosi del vaccino agli over 40 di ieri è stato definito un successo dall’assessore alla sanità della Regione Alessio D’Amato che però insiste sul concetto di correre per contenere l’ondata di contagi e recuperare sul ritardo con cui si è iniziato ad aprire le dosi booster. “Siamo in ritardo di un mese” continua a dire D’Amato che punta l’indice sulle disposizioni dal ministero che non è stato abbastanza tempestivo.

Ama, netturbini e il nodo ferie

“Ama, stretta sui netturbini, ferie bloccate sotto le feste – lo scrive il Messaggero – La decisione dell’azienda per evitare le assenze di fine anno, misura necessaria dato che ogni giorno non si sa più dove mandare tra le 100 e le 200 tonnellate di spazzatura”. L’inchiesta della Repubblica di domenica si chiamava “Ama, la fabbrica dei malati” per descrivere l’annoso problema dell’assenteismo della municipalizzata. “Basta un certificato del proprio medico di famiglia per un semplice mal di schiena – scrive Salvatore Giuffrida – per riposarsi in ufficio un paio di mesi. Ci sono moltissimi ritardi sulle visite mediche di controllo periodiche. Si sa quali sono i certificati da consegnare per risultare no. Idoneo, il segreto è denunciare malanni temporanei e muscolari, ma non permanenti”. E ancora “l’Ama non è deputata a svolgere verifiche sullo stato della malattia, i controlli sono decisi e svolti dall’Inps”. Fa poi effetto sapere che “l’età media dei 3950 operatori ecologici di Ama è di 54 anni, di questi gli idonei a svolgere tutti i compiti sono solo 2400”.

Ztl green

Per la mobilità il Corriere dà molto spazio all’idea dell’assessore capitolino Eugenio Patanè: “Nella Ztl solo veicoli elettrici e ibridi. Pronta la rivoluzione green per la circolazione in centro che prevede anche la spinta per incentivare l’uso dei mezzi pubblici e le nuove tramvie”.

E gli alberi?

Degli alberi di Roma non importa niente nemmeno a Gualtieri sostiene il Tempo sul quale leggiamo: “Taglio ai fondi per gli alberi, confermata la linea Raggi, via gli stanziamenti per le potature e gli abbattimenti, soldi dirottati sullo sfalcio e sul diserbo dei giardini pubblici”.

Rincari sull’energia

Arrivano i primi conti salati dei rincari dell’energia. E tra i calcoli fatti dall’Unione nazionale consumatori a Roma per una volta non va così male, almeno in confronto con altre città del Paese. A guidare la classifica delle città peggiori è Verona con rincari del 37,5 per cento in più, Roma è la nona città con aumenti del 23,6 per cento, ma certo sempre distante da quelle più convenienti come Cagliari, +18,5%, seguita da Sassari (+18,6%).

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna