Roma: M5s Municipio VIII, grave carenza in accoglienza senza tetto

Matteo Bruno: Aumentare i posti disponibili

In merito alla morte del 52enne senza fissa dimora in via Laurentina “apprendo con grande tristezza la notizia della seconda vittima del gelo di questo inverno verificatasi nel territorio del Municipio VIII: trovo la situazione inaccettabile”. Lo dichiara Matteo Bruno, consigliere M5s del Municipio Roma VIII, in una nota. “L’inverno è iniziato da meno di un mese – aggiunge – e a Roma sono morte già tre persone a causa del freddo, due delle quali risiedevano nel Municipio VIII: la prima in zona Garbatella, un uomo senza fissa dimora trovato esanime nell’auto che era diventata la sua casa, la seconda, venuta a mancare ieri, in viale del Tintoretto sotto il cavalcavia pedonale che delimita il Municipio VIII dal IX”.

“Nei primi giorni di dicembre, in qualità di vicepresidente della commissione Servizi sociali, avevo segnalato il grave ritardo della nuova amministrazione di Roma Capitale sul piano freddo per l’inverno 2021-2022 e richiesto l’audizione dell’assessora competente in commissione – prosegue Bruno -. Ho evidenziato subito che i fondi stanziati dal Campidoglio (40 mila euro a municipio) per l’apertura di centri d’accoglienza notturna, fossero insufficienti per far fronte a un’emergenza che ci vedrà impegnati fino ad aprile. Il piano freddo municipale consiste nella messa a disposizione di soli 20 posti letto gestiti dalla Cooperativa Ambiente Lavori. Non è pensabile di far fronte alla rigidità delle temperature con soli 20 posti letto in un municipio che conta 130 mila abitanti, pertanto – conclude il consigliere del M5s -, in commissione Servizi sociali, dobbiamo individuare altre strutture oltre l’istituto romano San Michele a Tor Marancia, per garantire ai numerosi senza fissa dimora un tetto sotto cui ripararsi”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna