Sanità: il nuovo ospedale Tiburtino a Tivoli Terme

Presentato il progetto da 347 posti letto, investimenti per 205 milioni

Un ospedale da 347 posti letto con investimenti per complessivi 205 milioni, con finanziamenti dedicati provenienti dal Ministero e dalla Regione: l’assessore regionale del Lazio alla Sanità, Alessio D’Amato e il direttore generale della Asl Roma 5, Giorgio Giulio Santonocito, hanno presentato il progetto del Nuovo Ospedale Tiburtino (Not), approvato e finanziato dalla Regione Lazio.

Il Not sorgerà a Tivoli Terme su terreni di proprietà dell’Asl Roma 5. In corso il bando di gara, con scadenza 15 ottobre, per un importo di oltre 9 milioni di euro. La superficie complessiva dell’opera sarà di oltre 87.000 metri quadri e la superficie per singolo posto letto di circa 142 mq. Il Nuovo ospedale Tiburtino conterà 8 sale operatorie; saranno inoltre implementati i servizi di diagnostica e generali a supporto dell’operatività di un centro che andrà ad intervenire su una vasta area di popolazione. “Si tratta di una grande sfida, un’opera strategica per il quadrante est. Con l’uscita dal commissariamento torniamo a progettare e investire in sanità.

La nuova struttura sorgerà in un’area di proprietà pubblica, servita sia dal trasporto su ferro che dalle dorsali autostradali. Questo nuovo ospedale oltre a servire tutto il quadrante est molto popoloso di Guidonia e Tivoli servirà anche a decongestionare l’ospedale Sandro Pertini di Roma”, ha commentato l’assessore D’Amato. “Un nuovo impegno per la ASL Roma 5. Nonostante il Covid infatti dal gennaio 2020 è stata portata avanti una continua interlocuzione per la definizione della progettualità. La nuova struttura porterà vantaggi ai cittadini e soprattutto il potenziamento dell’assistenza sanitaria del territorio, andando anche ad alleggerire gli accessi presso le strutture romane”, spiega il Direttore generale della ASL Roma 5, Giorgio Giulio Santonocito.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna