Sapienza: studenti in fila per il vaccino, convinti gli indecisi

Successo della campagna vaccinazioni soprattutto fra i giovani stranieri. L’iniziativa, che dura  fino al 7 settembre,  sollecita i ritardatari e gli indecisi. Seguirà l’esempio anche Tor Vergata

photo credit: Università "La Sapienza"

Lunedì scorso 120 giovani, prenotati attraverso l’ateneo, si sono presentati nel Centro unico prelievi (Cupa) del Policlinico Umberto I per ricevere la prima dose di Pfizer o Moderna.

Quasi 600 gii universitari che saranno immunizzati fino ai 7 settembre. “Le prime date sono andate sold out”, fanno notare dall’ateneo. Segno che far coincidere l’iniziativa con rintroduzione del certificato verde in università ha convinto molti ritardatari e indecisi.

Come ammette a ‘Il Corriere della Sera’ Lorenzo Sommella, 24 anni, studente di Matematica e tra i primi ad accedere alla sala prelievi: “Avrei atteso la fine della sessione per prenotarmi ma con il green pass ho dovuto accelerare i tempi”.

La rettrice della Sapienza, Antonella Polimeni, assicura a ‘Il Corriere della Sera’ che il diritto allo studio “non sarà calpestato. È importante avere date dedicate per chi rientra dalle vacanze o è fuori regione”.

Estese le giornate vaccinali anche per il personale, ma precisa la rettrice: “I non vaccinati sono meno del 10%”. Open Day per gli studenti saranno presto organizzati anche dall’Università Tor Vergata in collaborazione con iì proprio Policlinico (date in via di definizione).

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna