Scuola: non slitta il rientro, in classe il 10 gennaio

Lo assicurano autorevoli fonti di governo

Non dovrebbe slittare il rientro a scuola dopo le feste natalizie. Autorevoli fonti di governo assicurano che l’orientamento dell’esecutivo resta quello di mantenere la data del 10 gennaio per il ritorno degli studenti sui banchi, nonostante l’impennata dei contagi e la corsa della variante Omicron.

Lo stesso presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel corso della conferenza di fine anno aveva assicurato che non ci sarebbero stati posticipi.

E, nonostante l’aggravarsi del quadro epidemiologico, la linea non sarebbe cambiata nelle ultime ore. Oggi il governatore campano, Vincenzo De Luca, aveva chiesto un posticipo di 20-30 giorni dei rientri in aula. Ma dal governo non dovrebbero arrivare sorprese: il calendario scolastico resterà invariato.

La stessa regione Lazio ha smentito le tante notizie che circolano su un posticipo della riapertura delle scuole.

“Sta circolando in queste ore sui social una fake news in cui si annuncia una imminente ordinanza per avviare la didattica a distanza nelle scuole statali superiori del Lazio fino al 18 gennaio. Si tratta di una notizia falsa e la Regione attivera’ fin da subito tutte le azioni legali per individuarne gli autori”. Lo rende noto la Regione Lazio che aggiunge: “E’ utile ribadire che tutte le misure applicate nella gestione dell’epidemia Covid-19 vengono comunicate esclusivamente sui canali ufficiali della Regione Lazio”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna