Scuola: scioperano i docenti, 50 istituti in difficoltà

Dopo le nomine in alcuni casi assegnati più prof delle cattedre disponibili, mentre in altri mancano. Il problema delle supplenze

Caos scuola annunciato per stamattina. A causa dello sciopero indetto da varie sigle sindacali, per l’intera giornata non verrà assicurato il regolare svolgimento delle lezioni. Plessi che non apriranno e disagi dietro l’angolo per le famiglie. E, laddove si farà normalmente lezione, ci saranno poi anche da affrontare per i dirigenti scolastici le conseguenze delle disfunzioni registrate nell’ultimo bollettino di assegnazione dei docenti agli istituti di Roma da Gps (Graduatorie provinciali di supplenza).

Le segnalazioni che continuano ad arrivare all’Associazione nazionale presidi di Roma denunciano soprattutto docenti in più o in meno e cattedre libere non “ufficiali”. “In quattro scuole su cinque criticità più o meno gravi”, ha riferito Mario Rusconi, presidente di Anp Roma a “II Tempo”, auspicando “di provvedere al più presto a dipanare la matassa perché la scuola è iniziata da circa un mese e non possiamo depauperare il diritto allo studio dei nostri ragazzi”.

“Se ci sono stati errori nelle richieste delle scuole lavoreremo assieme a loro. In un’ottica di collaborazione, come sempre”, ha affermato il direttore generale dell’ Usr Lazio, Rocco Pinneri, intervistato dal giornale, precisando che, “in base alle segnalazioni giunte finora, non ci sono errori”. Il nuovo elenco di nomine pubblicato venerdì sera segue le rettifiche inserite dall’Usr Lazio, “Successivamente, infatti ha spiegato Pinneri – abbiamo lavorato per coprire i posti rimasti liberi, come da comunicazione delle scuole a seguito delle rinunce alla presa di servizio da parce di alcuni docenti (circa 3mila sulle Minila nomine fatte)”.

Dal Liceo Keplero all’Istituto Comprensivo Morvillo fino all’IC Villaggio Prenestino, all’IC Viale dei Consoli, ma anche all’IC Grassi e al Pio La Torre (dove risultano 15 posti di sostegno comunicati e nessuno assegnato), sono oltre una cinquantina gli istituti in difficoltà sulle nuove nomine.

Problemi pure in provincia, dall’IC Nettuno al Liceo Spallanzani di Tivoli. «A me hanno assegnato due supplenti di scienze su una cattedra disponibile. Cosa devo fare?”, domanda una ds nella chat dei capi di istituto. “A me invece tre docenti di sostegno all’infanzia a fronte di due sole cattedre”, riporta un’altra. «Il bollettino pubblicato venerdì sera risulta pieno di errori – evidenzia Saverio Pantuso, segretario Uil Scuola Lazio – ci sono posti vacanti non assegnati. Farò richiesta formale agli uffici preposti che ci vengano fornite le procedure e le sedi disponibili residue dopo tale operazione”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna