Speranza: “La scuola deve tornare in presenza e lo strumento principale sono i vaccini”

Il ministro della Salute indica i prossimi obiettivi del governo e rinnova l’appello a vaccinarsi

Bisogna creare le condizioni per tornare alla riapertura delle scuole, a settembre, in presenza e lo strumento principale sono i vaccini. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, indica i prossimi obiettivi del governo e rinnova l’appello a continuare a vaccinarsi.

“Abbiamo superato 65 milioni di dosi somministrate, il 65 per cento delle persone vaccinabili ha avuto una prima dose e il 55 per cento ha completato il ciclo – ha sottolineato intervistato dal Tg1 -. Dobbiamo insistere. Credo che gli italiani abbiano ben chiaro che il vaccino sia l’arma essenziale per metterci alle spalle questi mesi così difficili. Green pass e vaccini sono due strumenti essenziali con cui chiudere questa stagione così difficile”. Sul tema della scuola, ha poi precisato, “dobbiamo lavorare perché si creino le condizioni per una ripresa delle scuole in presenza e in piena sicurezza. Credo che queste condizioni possano esserci ma ancora una volta l’arma essenziale è esattamente quella dei vaccini”.

Speranza ha quindi evidenziato che negli ultimi giorni c’è stata una “un’accelerazione molto forte nelle prenotazioni dopo che il governo ha annunciato l’estensione dell’utilizzo del green pass”.

Sull’importanza di riportare gli studenti in classe è tornato anche il commissario all’emergenza Covid, il generale Francesco Figliuolo.

“Per il benessere del bambino è importante la scuola in presenza – ha precisato -. Per far ciò bisogna portare a vaccinare gli insegnanti, il personale docente e non, ma anche i genitori devono portare i propri figli dai 12 anni in su a vaccinarsi. È importante, perché così blocchiamo la pandemia”. Figliuolo ha anche annunciato che “a breve ci sarà un provvedimento per poter fare i tamponi a prezzo calmierato, in modo che chi non può vaccinarsi in questo momento possa avere il green pass”.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna