Vaccini, Cts: Autonomia scelte per chi rifiuta mix seconda dose

Zingaretti, bene governo su mix, ora avanti tutta

“Qualora un soggetto di età compresa tra i 18 e 59 anni, dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino Vaxzevria, pur a fronte di documentata e accurata informazione fornita dal medico vaccinatore o dagli operatori del Centro vaccinale, sui rischi di Vitt, rifiuti senza possibilità di convincimento, il crossing a vaccino a mRNA, il Cts ritiene che, nell’ambito delle indicazioni che provengono dalle autorità sanitarie del Paese e dopo acquisizione di adeguato consenso informato, debba essere garantita l’autonomia nelle scelte che riguardano la salute dell’individuo.

Come ulteriore considerazione, si sottolinea che, in questa circostanza, vi è da considerare anche il beneficio derivante dall’annullamento del rischio connesso alla parziale protezione conferita dalla somministrazione di una singola dose di Vaxzevria”. È quanto si legge in un estratto del verbale della riunione del Cts di ieri, allegata alla Circolare del ministero della Salute, “in merito al Parere sulla richiesta dell’assessore alla Sanità della Regione Lazio, inoltrata dal Ministero della Salute, rispetto a quelle persone di età compresa tra i 18 e 59 anni che, dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino Vaxzevria, rifiutano il crossing a vaccino a mRNA e dichiarano di voler proseguire nel richiamo con lo stesso vaccino impiegato per la prima dose”.

Il Comitato tecnico scientifico, inoltre, conferma “preliminarmente le valutazioni formulate nella seduta dello scorso 11 giugno fondate sul rapporto benefici/potenziali rischi di trombosi in sedi inusuali associati a trombocitopenia (Vitt–vaccine-induced thrombotic thrombocytopenia) nel contesto di diversi scenari di circolazione virale”.

“Bene l’indicazione del Governo a favore della vaccinazione eterologa, ma che lascia possibilita’ di scelta con parere medico e consenso informato per coloro che devono fare la seconda dose. Vengono raccolte cosi’ anche le nostre preoccupazioni, che avevamo segnalato, per avere una chiusura efficace e convinta della campagna vaccinale. Ora avanti tutta!”. Cosi’ su Facebook il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna