Vaccino/Giovani: Gadget delle squadre di calcio, Roma e Lazio, Junior day a ‘’go-go’’

Numerose iniziative nella Regione per sensibilizzare i 180mila under 16 ancora da vaccinare. Pediatri mobilitati per partire con la scuola in sicurezza.

‘Torniamo allo stadio, vacciniamoci!” E’ l’iniziativa che sta riscontrando maggiore interesse nella campagna per sensibilizzare alla vaccinazione gli under 16 e le famiglie.

Organizzata dal policlinico Tor Vergata e Croce Rossa italiana, in collaborazione con la Asl Roma e Ss Lazio, chi effettuerà il vaccino presso l’hub la Vela , riceverà un gadget ufficiale della propria squadra del cuore.

La promozione è valida per i primi 400 vaccinati tifosi giallorossi nella giornata del 12 agosto e i primi 250 nella giornata del 13 agosto per i tifosi biancocelesti. Per le prenotazioni, l’accesso è al link “prenotavaccino-covid.regione.Iazio.it“.

E ancora per i giovani, la Asl Roma3 ha in programma nuove date per gli “Open evening” in spiaggia per la fascia 18-30 anni. L’appuntamento è per oggi con le somministrazioni allo stabilimento la Bonaccia di Ostia dalle I8 alle 22.

Ma anche in altri territori la Regione è pronta a organizzare junior day, per i ragazzi dai 12 ai 17 anni, e open day.  Un lungo elenco di appuntamenti a partire dalla Asl Roma4 dove il calendario degli junior day partito il 4 agosto, proseguirà con le date del 14, il 21 e il 28 agosto e il 4 settembre dalle 8.30 alle  19 al porto di Civitavecchia, alla casa della salute di Ladispoli, a Fiano Romano, al Padre Pio Bracciano e a Rignano.

Vaccinazioni anche per gli under 17 per il 23 e il 24 agosto all’ospedale San Camillo, Un’accelerata nel programma vaccinale dopo l’appello lanciato alle famiglie lo scorso sabato sollecitando, in tempi brevi, le prenotazioni dei ragazzi.

Le famiglie e i ragazzi potranno tranquillamente rivolgersi a loro per ogni chiarimento. Il vaccino si è dimostrato sicuro ed efficace anche negli adolescenti. Anche se l’apporto dei pediatri, circa 350 in campo, alla macchina vaccinale in questo momento è stato alquanto limitato, perché molti medici sono andati in vacanza.

Anche se quelli con lo studio a Ostia o in altri centri del litorale stanno continuando le somministrazioni in questi giorni. Spiega a ‘’Il Messaggero’’ Teresa Rongai, segretario della Fimp (Federazione medici pediatri) di Roma: «I vaccini ci sono arrivati quando molti di noi avevamo già deciso le ferie, ma prima di partire abbiamo chiamato i genitori per spingerli a far immunizzare i figli’’.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna