Vaccino (Spallanzani): Vaia, vaccinare solo bambini fragili

Il direttore dell’Inmi precisa sulla fascia dai 5 agli 11 anni: «Faccio mio l’appello dell’Oms. Ci sono dei rischi generali, in Israele ci sono stati casi di miocardite. Ma via libera ai farmaci per gli over 12»

“Il tema non e’ vaccinare o non vaccinare i bambini, ma in questa fase dell’epidemia ritengo che sia giusto vaccinare solo i bambini fragili. Faccio mio l’appello del direttore generale dell’Oms”. Lo ha detto il direttore dello Spallanzani di Roma, Francesco Vaia, parlando delle vaccinazioni anti-Covid.

“Allo stato la comunicazione scientifica e’ incerta – aggiunge Vaia – perche’ ci sono comunque dei rischi nelle vaccinazioni in generale. Anche in Israele hanno visto che ci sono casi di miocardite nei bambini e quindi vaccinano solo i fragili. Io credo che sia saggio in questo momento vaccinare, nella fascia 5-11 anni, solo i fragili. Se dovessero cambiare le cose e avremo maggiori elementi scientifici su questo tema si potrebbe pensare di estenderla a tutti. Resto favorevole a vaccinare gli over 12 anni perche’ hanno una maggiore socialita’ – ribadisce Vaia -. La responsabilita’ sociale, ribadisco, non deve essere dei bambini ma degli adulti, come genitori, nonni e docenti”.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna