Viterbo: la lenticchia di Onano diventa Igp

La tutela è riconosciuta perché i terreni in cui cresce, di origine vulcanica e ricchi di ferro. Sono più di 280 i prodotti italiani protetti

photo credit: Perle della Tuscia

La Lenticchia di Onano diventa Indicazione di origine protetta (Igp) dall’Ue. Lo ha annunciato oggi la Commissione europea, inserendo nel registro europeo degli alimenti e bevande di qualità la lenticchia coltivata esclusivamente in sei comuni della provincia di Viterbo, a nord ovest del Lago di Bolsena.

La tutela è riconosciuta perché i terreni in cui cresce, di origine vulcanica e ricchi di ferro, le conferiscono una serie di effetti benefici, tra cui “basso contenuto di zucchero, pienezza del sapore e buona durata di conservazione”. Fin dal medioevo, le lenticchie venivano infatti coltivate e mangiate dalla popolazione locale per compensare la carenza di carne animale. La denominazione si aggiunge agli oltre 930 prodotti alimentari italiani già protetti dall’Ue, di cui 281 Igp.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna