torna su
29/11/2020
29/11/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Alberi per il futuro, Montanari contestata dai cittadini

La sindaca parla di successo dell’operazione per piantumare 12 mila alberi, ma il Comitato di Centocelle contesta l’assessora: solo 4 alberelli

Avatar
di Alg | 2017-11-20 19/11/2017 ore 19:07
(ultimo aggiornamento il 20 Novembre 2017 alle ore 6:25)

La cerimonia per la piantumazione degli alberi

La sindaca di Raggi Virginia Raggi parla di “grande successo” per #alberiperilfuturo,  la prima giornata di forestazione urbana partecipata, svoltasi ieri, che porterà Roma ad avere per quest’anno già 12mila nuovi alberi. Ma non sono mancate le contestazioni da parte di un gruppo di cittadini, che a Centocelle hanno parlato di “quattro alberelli” piantati in un territorio degradato.

In effetti i volontari si sono visti, ma anche tanti militanti M5s, oltre che parlamentari. Le zone interessate sono state: Garbatella, Tor Sapienza, Parco Alessandrino, Riserva Naturale Tenuta dell’Acquafredda, Parco del Pineto.

È stata una grande festa che ha visto protagoniste molte famiglie con bambini e tante scolaresche, circa 200 alunni. Vogliamo che questi nuovi boschi urbani diventino luoghi di recupero e di identità sociale, attraverso l’ambiente, la natura e gli alberi. Quella di oggi è solo l’inizio di una piantumazione che proseguirà anche nei prossimi mesi. Il progetto verrà infatti esteso ogni anno con nuove zone di forestazione urbana, andando a piantare entro il 2021 decine di migliaia di nuovi alberi su aree pubbliche a Roma, coprendo tutti i Municipi”, ha dichiarato Virginia Raggi.

Alberi anche per Centocelle, dove si è svolta una cerimonia per avviare il percorso che porterà alla realizzazione dell’archeobosco, il più “grande  progetto di riqualificazione del verde – dice il Campidoglio – condiviso con la Sovrintendenza Capitolina e la Soprintendenza Statale a dimostrazione dell’attenzione che l’Amministrazione sta dedicando a questo importante territorio di Roma, abbandonato al degrado e all’illegalità per decenni”.

Peccato che la zona sia stata ridefinita “la terra dei fuochi romana”, perché fortemente inquinata da rifiuti sotterrati clandestinamente. La forte presenza di sfascia carrozze poi è un ostacolo al risanamento. Il Comitato Pac, che lotta per risanare il parco, ha in più di qualche occasione protestato per avviare la bonifica.

E la cerimonia non ha affatto convinto il Comitato che su Facebook ha scritto: “Ecco il bosco urbano: 4 alberelli (2 frassini e 2 querce).  Su 6.000 alberelli promessi e pubblicizzati sui giornali e’ esattamente lo 0,07%. Senza aver preparato il terreno, senza tutori di sostegno, senza la recinzione anti erbacce e per evitare che al primo sfalcio vengano tranciati, senza essere innaffiati neanche appena piantumati. Ognuno tragga le sue considerazioni su questa operazione”.

L’assessora alla Sostenibilità ambientale di Roma Capitale Pinuccia Montanari ha detto che “per ridare vigore ed e energia all’ambiente romano stiamo redigendo il nuovo Piano del Verde. Si tratta di in lungo lavoro di cui la città, capitale d’Italia, aveva assoluto bisogno per affrontare in modo strategico ogni tipologia di verde, su cui interverremo con una manutenzione adeguata ai bisogni dei cittadini e della città”.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
1046 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014