torna su
17/07/2019
17/07/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Montesacro, anziana muore dopo rapina in casa

La donna di 89 anni è caduta a terra sbattendo la testa e riportando una grave commozione cerebrale. E’ morta il giorno dopo in ospedale

Avatar
di Redazione | 2019-05-10 10/05/2019 ore 10:20

Si è trovata davanti due ladri che si erano introdotti da una finestra nella sua abitazione al secondo piano di un palazzo nel quartiere di Montesacro a Roma. Spaventata ha tentato una reazione ma è stata sopraffatta dalla violenza dei due ladri che, noncuranti dell’avanzata età della donna, l’hanno bloccata e spinta.

L’anziana, 89 anni, è caduta a terra sbattendo la testa. Ha riportato una grave commozione cerebrale che poi ha causato la sua morte in ospedale il giorno successivo. E’ il tragico epilogo di una rapina in appartamento avvenuta domenica scorsa nella capitale.

La donna, originaria della Campania, viveva da sola perchè nonostante l’età avanzata riusciva ancora ad essere autonoma. Anche domenica la donna era sola in casa quando i due ladri, arrampicatesi su una pensilina, sono entrati nel suo appartamento. Lei ha urlato per lo spavento, ha tentato una reazione e loro l’hanno spinta a terra. Le urla della donna, bloccata in terra, hanno richiamato l’attenzione dei vicini. Uno è uscito fuori e ha visto due uomini calarsi dalla finestra, scendere dalla pensilina e fuggire a tutta velocità su un auto.

L’anziana intanto è stata soccorsa dal 118 e portata in ospedale in codice giallo, per un trauma cranico e una ferita alla testa. Il giorno dopo, lunedì, è morta. Ora la Squadra Mobile e gli agenti del locale commissariato danno la caccia ai due ladri. Al vaglio della polizia le telecamere della zona che potrebbero aver ripreso la targa dell’auto dei due in fuga. Testimoni hanno riferito che si tratterebbe di due stranieri.

Due settimane fa a Monterotondo, vicino a Roma, in un tentativo di rapina un 16enne è rimasto ferito colpito da un proiettile sparato dal figlio del proprietario dell’abitazione che in quel momento si trovava in casa con la fidanzata.

L’uomo, Andrea Pulone, è ora indagato per eccesso colposo di legittima difesa. I complici del sedicenne, di origine albanese, si trovano in carcere: si tratta di un uomo di 34 anni e di uno di 19 anni. Dalle indagini è emerso che i tre non erano nuovi alle rapine in casa. (fonte Ansa)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
20604 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014