torna su
26/05/2020
26/05/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

A Genzano la prima Rsa Covid pubblica del Lazio

Per ospitare esclusivamente pazienti positivi al coronavirus che non necessitano di cure ospedaliere

Avatar
di Redazione | 2020-04-21 21/04/2020 ore 10:35

A Genzano, in provincia di Roma, apre la prima Rsa Covid pubblica del Lazio, per ospitare esclusivamente pazienti positivi al coronavirus che non necessitano di cure ospedaliere, secondo le valutazioni mediche. In questo modo c’è una separazione da tutti gli altri ospiti della Rsa. Ad inaugurare la struttura oggi il governatore Nicola Zingaretti e l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato.

“Un immenso ringraziamento a tutti gli operatori sanitari: è l’inizio della costruzione del futuro per vivere sicuri anche prima dell’arrivo del vaccino. Noi dovevamo ridurre il contagio e ridurre le vittime e i dati sono molto incoraggianti, ma dobbiamo tenere molto alta la guardia – ha commentato il governatore Zingaretti -. Questa è la prima Rsa Covid pubblica della Regione, la quarta dopo quelle di Civitavecchia, Morlupo e Veroli. La rete Rsa Covid è un pezzo di futuro del nuovo sistema sanitario che abbiamo iniziato a costruire. Il coronavirus è molto pericoloso ma si può combattere e sconfiggere. Dobbiamo però cambiare e costruire un modello di sanità diverso per la lunga fase in cui non ci sarà il vaccino. Quindi reparti ospedalieri Covid attivi anche dopo la fase acuta, ma anche più ricerca e più infermieri per il territorio o i quartieri, con i nuovi 580 per il monitoraggio. Tra qualche giorno presenteremo le Unità affinché nei territori ci sia una presenza di monitoraggio della sanità che è un pezzo del futuro che stiamo costruendo. Nessuno rimarrà solo”, ha concluso Zingaretti.

“È una iniziativa molto importante – ha aggiunto l’assessore D’Amato – Abbiamo un andamento dei numeri che sta scendendo, e questo ci rafforza. Ora ci dobbiamo concentrare sul territorio con la nostra rete, implementata con le Uscar, che devono tempestivamente intervenire nelle situazioni di cluster di comunità, come le case di riposo, ma anche sulle situazioni a domicilio. Il nostro percorso è sempre stato la separazione e la presa in carico dei positivi. Sulla rete ospedaliera abbiamo il 40 per cento di posti disponibili e il 50 per cento dei posti di terapia intensiva”. Il dg della Asl Roma 6 Narciso Mostarda ha sottolineato che “nell’ex ospedale di Genzano abbiamo realizzato un primo modulo di 20 posti letto Rsa dedicati al Covid: abbiamo reclutato personale. Siamo pronti, e penso che da domattina saremo in grado di accogliere i primi 20 pazienti”.

Stampa

tagscovid, genzano, rsa

A proposito dell'autore

Avatar
22888 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014