torna su
16/04/2021
16/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Picasso e La Celestine: mostra all’hotel de Russie

Le incisioni di Picasso illustrano l’opera drammatica Celestine e l’hotel de Russie le espone per ricordare la prima visita del Maestro a Roma

Anna Ricca
di Anna Ricca | 2017-01-29 29/01/2017 ore 9:19

incisione di Picasso per la celestine

Sembra pensato per questa mostra  il detto popolare: piccolo è bello!  E proprio per questa ragione le 66 opere di Pablo Picasso, ora esposte, all’Hotel de Russie, vanno ammirate da molto vicino. Solo “studiandole” attentamente ogni piccolo segno, lasciato dal bulino, imprime un preciso significato all’immagine intera.

Anche questa mostra, dedicata alla tragedia satirica La Celestine (composta nel 1499 e attribuita a Fernando de Rojas) viene da una collezione privata.

Le incisioni nascono come “racconto illustrato” che accompagnano tutta la narrazione e al momento della realizzazione ne furono tirati 400 esemplari tutti numerati e firmati.  Sono stampe che si misurano in millimetri (217x 175) ma che racchiudono tutti i tratti distintivi dell”opera di Picasso. Incise nel 1968, e quindi molto vicine alla scomparsa dell’Artista (1973) sono, però, ancora piene di ironia e sarcasmo. Chissà se per svista o per burla: tutte le date e le note sono “al contrario”. Solo con uno specchio si potrebbero leggere correttamente!! Licenza d’artista? Forse.

Nel 1917 Picasso venne per la prima volta a Roma e soggiornò proprio all’Hotel de  Russie. Un anniversario che il gruppo Forte vuole ricordare, prima con l’esposizione delle ceramiche di Vallarius ed ora con queste interpretazioni del grande Maestro.
Nel suo periodo romano Picasso incontrò moltissimi esponenti dell’arte e della cultura italiana e non. Incrociò il futuristi, in quell’enclave culturale che era Via Margutta. Proprio al 53B affittò uno studio nel Palazzo Patrizi e dipinse 2 capolavori: “Italienne” e “Arlequine et femme au collier”.
Ma poteva don Pablo, col suo temperamento, uscire indenne dall’incantesimo della Città? Evidentemente no. A Roma, difatti, incontrò e sposò Olga Kokhlova. Pochi sono stati i mesi trascorsi dall’Artista nella Capitale  ma importantissimi e capaci di lasciare un segno profondo in Picasso e nella Capitale (anna ricca)

anna gricini e giovanni tiboni

mostra picasso

mostra picasso

 

Picasso e La Celestine: acqueforti, acquetinte e punte secche in mostra all’Hotel de Russie dal 24 gennaio al 25 febbraio

Stampa

A proposito dell'autore

Anna Ricca
690 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014